Gli scauratielli al miele millefiori. Ecco la vera ricetta delle zeppole di Natale

Gli Scauratielli o Zeppole di Natale sono una delle tradizioni natalizie della Campania. E più in particolare della Costiera Amalfitana dove è assai diffusa la realizzazione di questo dolce tipico.

Le massaie lo preparano sempre nel giorno della vigilia. Rigorosamente all’alba. E quando ancora tutti dormono si accendono in qualche casa le luci della cucina dove si mette mano all’impasto e alla successiva lavorazione degli scauratielli.

Il termine dialettale deriva proprio dalla preparazione che vuole la cottura in acqua e olio della farina e dei poi chi ingredienti come sale e scorze di agrumi grattugiate. Ma vediamo insieme come si prepara questo dolce che incarna i sapori del Natale.

Al Nord la miglior pizza arriva da Tramonti. Gambero dà 3 spicchi a Piedigrotta...

Ci sono ancora due pizzerie di oriundi della Costa d'Amalfi tra le 54 eccellenze italiane in cui si mangia la miglior pizza del Bel Paese. Si...

Per un vassoio di zeppole di Natale occorrono:

  • 500 grammi di acqua,
  • 50 grammi di olio extravergine di oliva,
  • 1 pizzico di sale,
  • scorza grattugiata di arancia e limone,
  • 450 grammi di farina,
  • 1 uovo,
  • 500 grammi di miele,
  • 200 grammi di frutta candita mista
  • a piacere 100 grammi di confettini colorati

Per portare a tavola il piatto di Scauratielli occorre seguire questo procedimento: mettere insieme in una pentola capiente i 500 grammi di acqua, i 50 grammi di olio extra vergine d’oliva, il pizzico di sale e la scorza grattugiata (a piacere può anche essere unita al limone e all’arancia anche quella di una clementina) e portare il tutto a ebollizione.

Una volta raggiunta la temperatura rimuovere dal fuoco e aggiungere i 450 grammi di farina amalgamando bene con un mestolo di legno ed evitando di far aggrumare l’impasto. Una volta raggiunta la giusta omogeneità rimettere la pentola sul fuoco e far cuocere il composto dolcemente per non più di 3 minuti. E cioè appena la pasta inizierà a staccarsi dalle pareti della pentola.

Togliere dal fuoco e rovesciare l’impasto, molto simile a quello di una polenta, in un contenitore possibilmente non di plastica.

Lasciar raffreddare per alcuni minuti e appena l’impasto sarà manipolabile aggiungere l’uovo e rimpastare facendolo ulteriormente amalgamare. Staccare delle piccole parti e stenderle con il palmo della mano fino a creare dei piccoli filoncini. Unire le due estremità a mo’ di fiocchetto per creare le zeppoline e friggere in abbondante olio d’oliva.

Appena dorate, rimuoverle aiutandosi con una pinza da cucina o con un bastoncino in legno e lasciar assorbire l’olio in eccesso dalla carta da cucina che avremo sistemato sul fondo di un piatto. Appena pronte, sciogliere il miele in un pentolino e riversarlo sulla motagnella di zeppole sistemate all’interno di un vassoio prima di guarnirle con frutta candita ed eventualmente con confettini colorati.