La gioia di Sal De Riso: «Io, Magister nel ricordo di Ezio Falcone»

A meno di 24 ore dalla proclamazione a Magister, Sal De Riso, non nasconde la sua soddisfazione per l’importante riconoscimento conferitogli dalla commissione composta dal Sindaco di Amalfi Daniele Milano, dal Sindaco di Atrani Luciano De Rosa Laderchi, dall’Assessore alla Cultura di Amalfi Enza Cobalto, dall’Assessore alla Cultura di Atrani Michele Siravo, dal Presidente del Centro di Cultura e Storia Amalfitana Giuseppe Cobalto e dai professori Giovanni Camelia e Giuseppe Gargano, storici e ideatori della manifestazione. «E’ con grandissimo piacere e con enorme soddisfazione che ho appreso di questa prestigiosa investitura: il titolo di Magister Civitatis Amalfie vanta illustri predecessori e mi gratifica in qualità di promotore dei sapori e delle tradizioni gastronomiche della nostra terra – ha detto Sal De Riso nel corso dell’intervista pubblica svolta stasera ad Atrani, complice la pioggia, tra il piazzale e la chiesa della Maddalena e  – Qualsiasi riconoscimento professionale mi inorgoglisce e, da ogni piccolo successo, mi piace trarre un’ indicazione per perfezionare il mio percorso ma, ricevere un premio dai miei concittadini ha, se possibile, un senso ancora più intenso e profondo. Tutto questo mi stimola a lavorare a livelli sempre più elevati e a portare il nome della Costiera amalfitana in giro per il mondo».

sal de riso intervista

Sal De Riso, sollecitato da Mario Amodio, ha ripercorso le fasi salienti della sua vita professionale: dai tempi della bottega di Minori agli studi della Rai. Un’escalation che lo ha visto protagonista anche nell’editoria con la pubblicazione di ben tre libri. Il primo, “I Dolci del Sole”, è quello più caro perché rappresenta un monumento alla tradizione e alle sue origini con i ricordi di mamma Carmela (originaria di Vettica di Amalfi) e della sua famiglia. Oltre alla carrellata di prodotti tipici a cui si ispirano le sue produzioni. Ma il momento più commovente è stato quello finale con una dedica a sorpresa. “Voglio dedicare questo riconoscimento a un grande amico che non c’è più: Ezio Falcone –  ha detto Sal De Riso – Un archeologo del gusto che ha spesso collaborato con me nella rivisitazione di alcune ricette. Una fonte inesauribile di notizie e di informazioni storiche. Ezio avrebbe meritato prima di me questo titolo”.

sal de riso premio

Salvatore De Riso, classe 1966, dopo aver studiato come cuoco e aver maturato esperienze nelle cucine dei migliori alberghi della Costiera Amalfitana, nel 1988 trova nella pasticceria la sua grande passione. Nasce professionalmente in un piccolo laboratorio, poco attrezzato, accanto alla Basilica di santa Trofimena in Minori e non avendo neanche un forno professionale e la planetaria adatta per una discreta produzione, per realizzare i suoi dolci adopera il semplice frustino elettrico della madre e il forno del fornaio di Minori. Nel 2000 apre la “Pasticceria De Riso”: sul lungomare di Minori e nel 2001 apre il suo secondo grande laboratorio artigianale nella località di Tramonti. In pochi anni la sua pasticceria è diventata una delle più importanti e conosciute d’Italia. Sono in molti a recarsi a Minori ed a Tramonti per acquistare le sue specialità tipiche legate alle tradizioni, ai profumi e ai sapori della terra in cui vive. Nel 2016 apre la nuova pasticceria “Sal De Riso Costa d’Amalfi”, l’unica gestita direttamente da lui: si tratta di un multistore gastronomico composto dai reparti di pasticceria, gelateria, caffetteria, pizza&bistrot e american bar. Il segreto di tanto successo è soltanto uno: la grande passione abbinata soprattutto alla qualità dei prodotti, selezionati con cura dalle aziende leader del settore. Salvatore frequenta corsi di specializzazione con i più grandi professionisti pasticcieri. Viene ammesso nel 1994, allora primo ed unico nel sud Italia, nella prestigiosa Accademia Maestri Pasticceri Italiani. Nel 2008 ha festeggiato i suoi primi 20 anni di attività presentando il suo primo libro “Dolci del Sole”, edito da Rizzoli. Nel 2014 il quarto libro “Re delle Torte” edito da Rai Eri. Tutti vendono migliaia di copie.

Soddisfazione per il titolo che verrà conferito a De Riso domani 1 settembre è stata espressa anche da sindaco di Minori, Andrea Reale. «Mi congratulo della scelta del nostro concittadino Salvatore De Riso insignito Magister di Civiltà Amalfitana. Onorificenza che gratifica tanti anni di lavoro e di sacrificio di Salvatore che con la forza del lavoro e la grande fantasia, tipica di noi meridionali, è divenuto naturalmente l’ambasciatore dei sapori del nostro territorio. Con piacere parteciperò alla cerimonia, ringraziando le amministrazioni comunali di Amalfi e di Atrani per la sensibilità dimostrata».

1 COMMENTO

  1. Che dire salvatore e un grande sognatore che i suoi sogni li realizza dando onore a se è alla costiera e creazione come cuore di velluto se non fossero buonissimi andrebbero solo contemplate sono una goduria anche per gli occhi

Comments are closed.