Gentiloni: «Amalfi bellezza e cultura». Bagno di folla davanti a Pansa / Foto

«Carissima Amalfi dove la bellezza si unisce alla cultura. Evviva Gemma, tradizione di qualità». La firma in calce a questo memorabile messaggio, lasciato sul guest book del noto ristorante al centro di Amalfi e che appare come un atto d’amore verso la terra che è tornata a coccolarlo in questi giorni, è quella di Paolo Gentiloni.

Il presidente del consiglio, dopo la sortita di ieri sera ai tavoli de La Caravella, non ha rinunciato a ritornare nel centro storico di Amalfi per festeggiare la Pasqua insieme con il senatore Luigi Zanda, capogruppo Pd al senato, e le rispettive consorti. E lo ha fatto nel rispetto delle tradizioni, ordinando le portate dal menù pasquale predisposto per l’occasione dal giovane chef Salvatore Milano.

Campania, tempo di mercatini di Natale: ecco quali sono i più belli da visitare

Vi piacciono i mercatini natalizi? Se siete già in cerca di quelli più belli, insomma dei migliori della nostra regione, qui abbiamo una piccola...

Al presidente del consiglio sono stati serviti conchiglioni all’amalfitana ripieni e agnello, mentre il senatore Zanda non ha rinunciato alla tentazione del crudo di pesce. Al termine del pranzo pasquale al ristorante da Gemma, Gentiloni, che in mattinata ha telefonato il sindaco Daniele Milano, ha posato per una foto ricordo con l’intero staff del ristorante di proprietà della famiglia Sammarco, lasciando sul guest book un memorabile messaggio.

Camicia blu e maglioncino sulle spalle, Gentiloni si è poi incamminato a piedi verso la piazza Flavio Gioia dove ad attenderlo c’erano le auto della scorta che lo hanno poi riportato in albergo. Lungo il cammino è stato riconosciuto e salutato da decine di turisti che gremivano la piazza Duomo e per ciascuno che lo ha avvicinato il presidente ha dispensato sorrisi e strette di mano.

Il presidente passando di fronte alla Pasticceria Pansa ha deviato al suo interno per ringraziare i proprietari Nicola e Andrea del regalo inviatogli ieri presso l’albergo Santa Caterina. Qui gli owner della storica pasticceria di piazza Duomo avevano fatto recapitare la classica pastiera, simbolo pasquale, le scorzette di limone e arancia e i pasticciotti atranesi.

Gentiloni, che ha gradito l’omaggio è così passato nel locale per ringraziare del cadeau. Un gesto inaspettato che ha colto di sorpresa Andrea e Nicola i quali nonostante l’emozione per la visita a sorpresa sono riusciti a strappare una foto ricordo.

Il bagno di folla per Gentiloni si è concluso in Piazza Flavio gioia dove è salito a bordo della vettura blindata per rientrare nel buen retiro alle porte della città.