Franz Richard Unterberger: il pittore che dipingeva le vedute della Costiera Amalfitana

Franz Richard Unterberger è stato un pittore austriaco del XIX secolo. Diventato famoso per i suoi dipinti di vedute e paesaggi, nel corso degli anni ha girato gran parte dell’Europa per trovare ispirazione. Immancabile il viaggio in Italia, dove Unterberger rimane colpito ed estasiato dalla Costiera Amalfitana, da Napoli e da Capri.

La prima immagine del pittore tirolese ritraente il sud Italia è datata 1968 e si tratta della bellissima Napoli, il quadro conservata al Vienna Art, anticipa di 5 anni la presentazione sempre nella capitale austriaca di altre due opere: “Sorrento” e “Baia di Napoli”.

Il 1870 è stato l’anno in cui il pittore ha conosciuto e si è innamorato della Costiera Amalfitana. Le vedute mozzafiato della Divina, con la bellezza indescrivibile di Capri colpiscono Unterberger che decide di creare delle opere ispirate proprio a queste terre.

Matrimonio in vista? Ecco quanto costa sposarsi oggi in Campania

Sposarsi oggi in Campania costa circa 80 mila euro e la nostra regione è quella più “matrimoniabile” d’Italia. La Campania spicca infatti per i...

Tante le tele dell’artista austriaco dedicate alla Costiera Amalfitana ed in particolare ad Amalfi. Tra le più conosciute la veduta dal convento dei Capuccini o dall’ingresso della città, con i caratteristici carretti trainati da cavalli. Anche nell’opera dedicata al Golfo di Salerno, la vera protagonista è Amalfi.

L’artista non mancò di visitare anche il nord dell’Europa, dove i paesaggi sono completamente diversi delle nostre terre ma altrettanto affascinanti e suggestivi. La Danimarca, la Norvegia, le coste inglesi e scozzesi, furono le fonti di ispirazioni per la prima parte della carriera.

In Italia Unterberger rimase felicemente colpito anche dalla Costa Adriatica e da Venezia, meta amata dai turisti internazionali, con i suoi magnifici palazzi, angoli pittoreschi e il trambusto della gente che passeggia.

Le opere dedicate ad Amalfi e la Costiera Amalfitana sono esposte oggi in alcuni dei musei più conosciuti d’Europa o acquistabili in aste dedicate.