Evita al bus di prendere fuoco. Encomio della Sita a un proprio autista

Ha evitato che il bus sul quale era alla guida andasse a fuoco. Prodigandosi con gli estintori per spegnere le fiamme dopo aver messo in sicurezza i passeggeri. E’ accaduto il 29 dicembre scorso, lungo tragitto il Gragnano – Agerola, dove un autista della Sita ha evitato il peggio con grande atto di coraggio.

E per questo la società che gestisce il trasporto trasporto pubblico tra Napoli, Salerno, La Costa d’Amalfi, la penisola Sorrentina e i paesi dei Monti Lattari, ha fatto recapitare qualche giorno fa al proprio dipendente una lettera di encomio con la quale si esprime gratitudine ed apprezzamento per come si è concluso l’accaduto del 29 dicembre scorso.

La lettera della direzione di Sita Sud Salerno, a firma del dirigente Spinosa, è stata recapitata all’autista di Gragnano qualche giorno dopo l’episodio verificatosi mente il pullman era in marcia verso Agerola. Improvvisamente il principio d’incendio al vano motore che ha rischiato di mandare a fuoco il bus.

«La sua preziosa azione – si legge nella lettera di encomio – ha scongiurato danni ben più gravi al bus , ma soprattutto ai passeggeri. Questa direzione ha apprezzato la sua azione professionale, confida sempre nella sua collaborazione ala ringrazia per quanto sopra citato».

Mimmo, questo il nome dell’autista, prima ha messo in salvo i passeggeri poi, una volta risalito sul mezzo ancora in fiamme, lo ha portato fuori dal caseggiato per evitare danni a cose e persone. Aperto il cofano, stando al racconto del fratello, avrebbe poi provveduto a spegnere l’incendio evitando che il bus subisse ulteriori danni.

Questa è una di quelle storie di cui spesso non si parla perché a volte i protagonisti sono persone comuni, che non si sentono eroi e preferiscono rimanere nell’anonimato. Solo perché ritengono di aver fatto il proprio dovere. Di aver fatto una cosa normale. Ma tanto normale, evidentemente, non deve essere stata se la Direzione della Sita ha provveduto a inoltrare all’autista una lettera di encomio.

Nell’era della superficialità e dell’egoismo c’è ancora chi ha rispetto del proprio lavoro e soprattutto, trovandosi per caso in condizione di poter aiutare la vita di qualcuno, anche se ponendo in pericolo la propria, non si tira indietro.

E’ accaduto spesso anche in Costiera Amalfitana che autisti della Sita si prodigassero per evitare danni maggiori agli autobus in marcia. Ma soprattutto ai passeggeri messi sempre in sicurezza prima di intervenire in casi come quello verificatosi prima di Capodanno sulla tratta Gragnano Agerola.

L’encomio all’autista di Gragnano è un riconoscimento al lavoro di una categoria di persone che risulta spesso fondamentale anche per gestione del traffico veicolare in particolare tra le strettoie di tracciati come quelli della Amalfi Agerola o della Costiera Amalfitana.

Gli autisti della Sita, infatti, grazie alla loro professionalità e alla conoscenza del territorio sono sempre decisivi in ogni situazione di ingorgo. Come ad esempio quello generato il 4 novembre scorso da un bus straniero che si bloccò tra le curve di Marmorata.