Ercolano: boom di turisti per le visite serali. Ingressi a numero chiuso

Il fascino dei siti archeologici campani aperti di notte ha rapito un po’ tutti. Girovagare tra gli scavi di Pompei o di Ercolano la notte rievoca atmosfere quasi mistiche e fa viaggiare con la mente indietro nel tempo i turisti.

Le strade e le domus sono illuminate con speciali fasci di luci e l’opportunità di entrare nelle zone archeologiche a soli due euro, ogni venerdì dalle 20 alle 23, hanno creato una tale affluenza di turisti che il sito di Ercolano si vede costretto a mettere l’ingresso di turisti a  “numero chiuso”.

L’iniziativa, organizzata dal Ministero ai Beni culturali e partita a luglio, ha attirato migliaia di visitatori per volta tanto che il direttore Francesco Sirano è dovuto correre ai ripari: da stasera, gli accessi saranno garantiti per un massimo di 700 persone, con un preavviso ai turisti che scongiuri l’episodio della scorsa settimana, quando una buona parte della folla in coda all’ingresso di corso Resina non è riuscita ad entrare.

A Ravello Enzo Gragnaniello. Domenica per il secondo evento de «I Suoni del Sud»

Si terrà domenica 20 agosto alle 21 in piazza Duomo a Ravello lo spettacolo “Misteriosamente” di Enzo Gragnaniello. Si tratta del secondo appuntamento della rassegna...

“Il contingente – spiega Sirano –  è stato stabilito non solo per esigenze di tutela del parco, ma anche per permettere ad ognuno di godersi tranquillamente la passeggiata senza fretta ed eccessivo sovraffollamento”. Il direttore sottolinea inoltre: “Siamo davvero orgogliosi e felici di questo successo. Oltre all’iniziativa del venerdì sera, registriamo negli ultimi mesi anche un aumento degli ingressi agli scavi del 3%”.

Il percorso di questa sera resterà invariato: il tour guidato tra i vecchi scavi durerà un’ora e avrà come programma la visita al Sacello degli Augustali, la Casa di Nettuno e Anfitrite, le terme femminili, la Casa Sannitica e la Casa dei Cervi.

Dalla prossima settimana gli scavi di Ercolano arricchiranno l’offerta con schermi e animazioni virtuali e con la prevendita di un biglietto unico sia per gli scavi che per il Mav”( Museo archeologico virtuale di Ercolano) che aderisce all’iniziativa con percorsi all’interno delle sale.

Le visite notturne agli scavi di Ercolano si terranno ogni venerdì e fino al 6 ottobre e l’ingresso sarà per gruppi di 40 persone alla volta.