Emergenza idrica in Costiera Amalfitana, ecco la mappa dei disagi

Dopo settimane di sole, caldo e temperature decisamente al di sopra delle medie stagionali, ieri è tornata la pioggia, anche se non per tantissimo tempo, ma l’acqua caduta ha rinfrescato l’aria nell’intera Costa d’Amalfi.

Le condizioni meteo degli scorsi giorni hanno provocato una vera e propria emergenza idrica, non solo in Costiera ma anche in gran parte della provincia di Salerno, sono infatti già tanti i comuni che hanno dovuto razionare l’acqua.

La mancanza di piogge ha seccato molte delle sorgenti naturali tra le colline della Costa d’Amalfi, provocando un inevitabile problema di reperimento del bene primario per la sussistenza di qualsivoglia popolazione, l’acqua.

Incubo attentati: a Salerno riunito ieri Comitato per ordine e la sicurezza pubblica

Si è riunito alle 12 di ieri a Salerno il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica convocato dal prefetto Salvatore Malfi. Al palazzo di Governo si sono...

La grande preoccupazione delle società che gestiscono i servizi idrici della provincia è per ciò che potrà essere nei prossimi mesi con l’arrivo definitivo dell’estate e col grande caldo che diverrebbe una costante.

Il primo cittadino di Praiano, Giovanni di Martino, ha deciso di incontrare la cittadinanza per comunicare che il problema potrebbe riguardare anche la perla della Costa d’Amalfi, consigliando comprensibilmente il risparmio e l’uso parsimonioso delle risorse idriche.

Positano è stato uno dei comuni più in difficoltà, in particolare a Nocelle dove si stanno piazzando dei serbatoi per affrontare l’emergenza e sono stati effettuati lavori straordinari per la realizzazione delle condotte. Inoltre sono all’opera anche gli operai del consorzio che gestisce i servizi idrici in Costiera, per gestire al meglio l’utilizzo delle risorse idriche.

Al momento nelle altre zone della Divina non si registrano problemi di rilievo, ma con il ritorno del caldo e delle temperature record l’emergenza idrica potrebbe interessare molti altri comuni. Da Cava de’ Tirreni passando per Salerno ed il Cilento sono tantissime le zone che stanno facendo i conti con la mancanza d’acqua e la situazione potrebbe, in futuro, riguardare ulteriormente il nostro territorio.