Per due giorni a Paestum le Strade della Mozzarella. Tra «quantità e qualità»

È possibile conciliare qualità e quantità? Sarà in sintesi a questa annosa questione che cercherà di dare risposta la decima edizione de Le Strade della Mozzarella, il congresso internazionale di cucina d’autore in scena, presso il Savoy Beach Hotel di Paestum, mercoledì 19 e giovedì 20 aprile.

Edizione 2017 che vede per la prima volta Formamentis curare l’intera organizzazione insieme agli ideatori della manifestazione, Barbara Guerra e Albert Sapere, e al Consorzio della Mozzarella di Bufala Campana Dop.

Una due giorni che vedrà protagonisti – nella Sala Rossa e nella Sala Blu – alcuni dei migliori chef del panorama mondiale, pronti a rendere omaggio ai prodotti dell’agroalimentare italiano, “indagando” circa le loro straordinarie potenzialità.

Cetara: nuovo look per il centro storico. Al via il lavori il 5 ottobre

Presto il centro storico della bellissima Cetara avrà un nuovo look. La regione Campania ha infatti stanziato 825mila euro con le risorse del Poc 2014/2020 per il...

Chef ma non solo, perché al centro dell’attenzione, accanto all’alta cucina, ci saranno anche eccellenze storicamente popolari, come la pizza, la pasta, il panino, i fritti e il gelato. A questi saranno dedicati i cosiddetti Atelier e altri spazi della kermesse, mentre ulteriori e specifici focus andranno ad approfondire, tra gli altri, l’universo dei cocktail e dei formaggi.

A moderare gli incontri saranno come sempre alcune delle più prestigiose firme del giornalismo enogastronomico.

Cuochi, ristoratori e addetti ai lavori daranno dunque vita a un interessante dibattito sul tema proposto per questa decima edizione da LSDM: il rapporto, spesso difficile, tra qualità e quantità. Voci ed esperienze dirette su nuove frontiere e nuovi spunti imprenditoriali che mirano al traguardo di far coesistere i due aspetti.

Si approfondirà il lavoro su tecniche e tecnologie collegate ai grandi numeri e la percezione che il pubblico ha della ristorazione d’autore. Dallo sguardo dei giovani, che rappresentano il futuro della cucina italiana, a quello di chi ha fatto delle scelte nette di autarchia e sostenibilità nella propria azienda.

Dai nuovi format di consumo veloce in luoghi ad alta densità di pubblico al rinnovamento del concetto di “panino italiano”, fino alla grande rivoluzione della pizza napoletana, modello economico sempre più organizzato e di rilievo per il sistema delle imprese agroalimentari. Non mancherà inoltre uno sguardo sulla capacità di gestire la sala e chiaramente lo studio di case history internazionali.

I Taste Club a base di pane, pasta e pomodoro
Atelier Pasta e Pomodoro in collaborazione con Pastificio dei Campi, i sapori di corbara e l’orto di lucullo, in abbinamento i vini di Masseria Altemura.
Mercoledì 19 aprile
ore 12.00 ore 14.00 Raffaele Vitale, Cantina Villa Raiano, San Michele di Serino;
ore 14.00. ore 16.00 Peppe Stanzione, Le Trabe, Capaccio Paestum;
ore 16.00 ore 18.00 Mimmo De Gregorio, Lo Stuzzichino, Massa Lubrense.
Giovedi 20 aprile
ore 12.00 ore 14.00 Roberto Allocca, relais Blu, Massa Lubrense;
ore 14.00. ore 16.00 Nabil Hadj Hassen. Roscioli, Roma;
ore 16.00 ore 18.00 Luigi Salomone, Piazzetta Milù, Castellamare di Stabia.
Per il suo decennale Lsdm fa debuttare il pane d’autore nel suo ricco programma. Il pane lo faranno Errico Recanati (Andreina, Loreto), Maicol Vitellozzi (Del Cambio, Torino), Cristian Torsiello (Osteria Arbustico, Valva), Antonio Sicignano (Marennà, Sorbo Serpico), Roberto Boemio e Francesco Citterio (Il Comandante, Napoli).

Mercoledì 19 aprile
Sala Blu
Ore 10.00 Il futuro della cucina italiana d’autore moderano Barbara Guerra ed Albert Sapere
Luca Abbruzzino, Antonio Abbruzzino alta cucina locale, Catanzaro;
Marco Ambrosino, 28 posti, Milano;
Martina Caruso, Signum, Salina;
Lorenzo Stefanini, Il Giglio, Lucca;
Floriano Pellegrino, Bros, Lecce;
Oliver Piras, Aga Restaurant, S. Vito di Cadore;
ore 12.00 Josean Alija, Nerua, Guggenheim Bilbao, modera Angela Barusi;
ore 13.00 Toma Kavcic, Gostilna Pri Lojzetu, Vipava, modera Luigi Cremona;
ore 14.00 Anna Hansen, The Modern Pantry, Londra, modera Maria Canabal;
ore 15.00 Gennaro Esposito, La Torre del Saracino, Vico Equense modera Fiammetta Fadda;
ore 16.00 Luca Vissani, Casa Vissani, Baschi, modera Luigi Cremona;
ore 17.00 Pizza napoletana: la replicabilità di un modello, modera Luciano Pignataro;
Francesco Salvo, Francesco e Salvatore Salvo, San Giorgio a Cremano
Ciro Cristiano, Big Mamma
Franco Manna, Rossopomodoro;
ore 18.30 Gaetano e Pasquale Torrente, Il Convento, Cetara, moderano Barbara Guerra e Albert Sapere;
Sala Rossa
ore 12.00 Nino Di Costanzo, Danì Maison, Ischia, modera Paolo Marchi;
ore 13.00 Martino Ruggieri, Pavillon Ledoyen, Parigi, modera Enzo Vizzari;
Ore 14.00 Francesco Apreda, Imago, Roma, modera Massimiliano Tonelli;
ore 15.00 Matteo Baronetto, Del Cambio Torino, modera Marco Bolasco;
ore 16.00 Antonio Guida, Seta, Milano, modera Allan Bay;
ore 17.00 Antonello Colonna, Antonello Colonna Resort, Labico, modera Guido Barendson;
ore 18.00 Cristoph Bob, Il refettorio del Monastero Santa Rosa, Conca dei Marini, modera Eleonora Cozzella;
Per il suo decennale Lsdm fa debuttare il pane d’autore nel suo ricco programma. Il pane lo faranno Errico Recanati (Andreina, Loreto), Maicol Vitellozzi (Del Cambio, Torino), Cristian Torsiello (Osteria Arbustico, Valva), Antonio Sicignano (Marennà, Sorbo Serpico), Roberto Boemio e Francesco Citterio (Il Comandante, Napoli).

20 aprile 2017
Sala Blu
ore 11.30 Javier Olleros, Culler de Pau, Pontevedra modera Angela Barusi;
ore 13.00 Vladimir Mukhin, White Rabbit, Mosca, modera Lorenza Fumelli;
ore 14.00 15.00 pausa
ore 15.00 Gaggan Anand, Gaggan, Bangkok modera Guido Barendson;
ore 16.00 Ed Schoenfeld, Red Farm, New York modera Faith Willinger;
ore 17.00 Il gelato salato: Alberto Citterio e Simone De Feo, modera Allan Bay;
ore 18.00 Philippe Léveillé, Miramonti l’Altro, Concesio, modera Claudio Sacco;
ore 19.00 Kobe Desramaults, Belgio, modera Maria Canabal;
Sala Rossa
ore 11.00 Chicco Cerea, Da Vittorio, Brusaporto, modera Lorenza Fumelli;
ore 12.00 Antonia Klugmann, l’Argine a Vencò, Vencò, modera Fiammetta Fadda;
ore 13.00 Paolo Casagrande, Lasarte, Barcellona, modera Marco Bolasco;
ore 14.00 Gianluca Fusto, Gianluca Fusto Consulting, Milano, modera Francesca Romana Barberini;
ore 15.00 Giuseppe Oliva, Baest, Copenaghen, modera Paolo Marchi;
ore 16.00 Giancarlo Morelli, Pomiroeu, Seregno, modera Paolo Vizzari;
ore 17.00 Luciano Monosilio, Pipero, Roma, modera Eleonora Cozzella;
ore 18.00 Riccardo Camanini, Lido 84, Gardone Riviera, modera Enzo Vizzari;