Dalla Resurrezione alla Pentecoste: a Minori sabato 27 ci sarà la “Via Lucis”

Poco più di un mese fa i paesi della Costiera amalfitana si preparavano alle suggestive processioni della “Via Crucis” e ai riti pasquali che caratterizzano la Settimana Santa.

Continuando a percorrere la via della religiosità, sabato 27 maggio a Minori si svolgerà la “Via Lucis” per celebrare gli eventi della vita di Cristo, dalla Resurrezione alla Pentecoste.  Così come la “Via Matris”, la “Via Lucis” è stata introdotta da diversi anni nella comunità minorese per merito dell’ associazione “Ars Vivendi”, in collaborazione con la Parrocchia e gli scout, e richiama ogni volta sempre un gran numero di fedeli.

Il corteo processionale, guidato dal parroco don Ennio Paolillo, avrà inizio alle 19 con partenza dall’edicola votiva di Santa Trofimena situata in via Pioppi. La processione, che ripercorre quattordici stazioni dalla Resurrezione di Cristo alla Pentecoste, proseguirà fino a raggiungere la spiaggia centrale dove sarà celebrata la Santa Messa.

Università di Salerno: pioggia di fondi per studenti in difficoltà economica. Ecco chi ne...

Buone notizie per tutti gli studenti dell'Università di Salerno e per gli universitari di Napoli: sono infatti in arrivo dei fondi per gli studenti...

La “Via Lucis” rappresenta sicuramente un momento suggestivo di preghiera e di meditazione che abbandona le mura di una Chiesa e abbraccia la gente e i fedeli in un luogo pubblico come la spiaggia, luogo adibito solitamente allo svago e non alle funzioni religiose.

Le preghiere della “Via Luicis” andranno al Signore affinché faccia cessare tutti i conflitti  in atto e tutte le violenze che, in diverse parti del mondo, non risparmiano nemmeno i bambini, anime innocenti a cui viene negata l’infanzia.

Ma quali sono le quattordici stazioni che compongono la “Via Lucis”. Ripercorriamole insieme.

Le prime tre stazioni sono strettamente legate alla Pasqua: nella prima stazione Gesù risorge dalla morte, nella seconda i discepoli trovano il sepolcro vuoto mentre nella terza Gesù Risorto si manifesta alla Maddalena.

Le stazioni successive fanno riferimento al viaggio dei discepoli verso la città di Emmaus: nella quarta stazione Gesù Risorto in cammino con i discepoli a Emmaus e si manifesta nello spazzare il pane (quinta stazione). Nella sesta stazione Gesù Risorto appare ai discepoli e dà loro il potere di rimettere i peccati (settima stazione). Nell’ottava stazione Gesù Risorto conferma la fede di Tommaso.

Nelle stazioni successive Gesù Risorto appare agli apostoli al lago di Tiberiade (nona stazione) e conferisce il primato a Pietro (decima stazione). Nell’undicesima stazione Gesù affida agli apostoli la missione di predicare e diffondere il Vangelo in tutto il modo.

Le ultime tre stazioni fanno riferimento all’Ascensione di Gesù in Cielo (dodicesima stazione) e alla Pentecoste: gli apostoli con Maria attendono al cenacolo la visita dello Spirito Santo (tredicesima stazione) e Gesù invia sugli apostoli lo Spirito Santo.