Costa d’Amalfi: notte d’allerta per la protezione civile. Ronde di volontari fino all’alba

E’ stata una notte di allerta per i volontari della protezione civile della Costa d’Amalfi che hanno presidiato le zone di competenza fino alle prime luci dell’alba monitorando le aree maggiormente a rischio ed i centri abitati. Ad Atrani, i volontari de Le Aquile della Costa d’Amalfi e il vice sindaco Michele Siravo in equipaggiamento da allerta hanno vigilato per tutta la notte il torrente Dragone che per fortuna non ha creato particolari problemi.

Più arduo il compito dei volontari della Pubblica Assistenza Millenium di Amalfi, coordinati da Antonio Acunto, che hanno controllato le tre zone di competenza: Amalfi, Minori e Conca dei Marini.

Natale a Salerno con una pista da sci sul viadotto Gatto: ecco l’idea

Un'idea molto particolare, concepita durante la quarta edizione del master diretto dall'architetto Luigi Centola, di Architettura-Ambiente Nib, per rendere unico il Natale a Salerno:...

Con uscita alle 3.15, una squadra operativa con 5 unità a bordo del Land Rover Defender ha provveduto ad effettuare giro di monitoraggio durante il quale non sono stati rilevati particolari disagi nei comuni di Amalfi, Minori e Conca dei Marini, dove le acque sono riuscite a defluire regolarmente e i corsi d’acqua sono risultati essere nella norma.

Nel loro report i volontari Millenium hanno segnalato la presenza di un gran numero di foglie lungo la S.S. 163 Amalfitana in località Marmorata di Ravello e ad Amalfi lungo via dei Cavalieri (comunemente detto ‘ stradone’). Le unità sono rimaste impegnate nel monitoraggio anche durante l’intensificarsi delle piogge.