Napoli: per le festività natalizie al posto di N’albero ci sarà un corno gigante

N’albero, dopo un solo anno, potrebbe già essere sostituito, nonostante i buoni risultati ottenuti in fatto di presenze, come simbolo delle prossime festività natalizie a Napoli. Al suo posto potrebbe essere installato un corno gigante, alto circa 60 metri nella zona del lungomare.

L’idea è stata portata avanti dalla stessa società che costruito e gestito N’Albero, consegnata al Comune di Napoli lo scorso aprile. Una proposta che ha spinto i vertici di Palazzo San Giacomo a bandire una manifestazione di interesse con la quale  verificare la sussistenza di eventuali altri soggetti interessati a presentare un’idea progettuale per la realizzazione, nel periodo che va dai primi del mese di ottobre 2017 alla metà del mese di gennaio 2018, di una iniziativa, che possa arricchire l’offerta culturale e turistica natalizia.

Il corno di ferro dovrebbe essere alto circa di 60 metri con la base di 30 metri del classico colore rosso, da posizionare presso la Rotonda Diaz per il periodo antecedente ed immediatamente successivo alle festività natalizie.

Fuoco e distruzione a Tramonti. Continuano a bruciare le colline di Pucara

Ancora fiamme e distruzione a Tramonti, le colline di Pucara bruciano senza sosta da ore e lo scenario sta diventando sempre più preoccupante. Non si...

Come accaduto con N’Albero anche il corno dovrebbe essere visitabile, arricchito da una serie di terrazze che si susseguono lungo la struttura raggiungibili con scale ed ascensore, sulle quali potrebbero essere organizzate manifestazioni di svariato tipo.

Il corno che potrebbe essere installato a Napoli avrebbe dimensioni maestose, addirittura circa 20 metri superiore al suo predecessore N’Albero. Ovviamente l’idea ha diviso in due i napoletani. C’è chi non sostituirebbe l’albero di Natale come simbolo delle festività, rimanendo di conseguenza legato ad una struttura come quella installata lo scorso anno.

D’altra parte Napoli con il suo popolo ricco di sensibilità e fantasia, è considerata la città scaramantica per eccellenza e che il malocchio, la jella , la sfortuna, la scaramanzia, sono parti integranti della cultura di Napoli e dei napoletani e in quest’ottica realizzare un corno gigante rispecchierebbe ancora di più il carattere partenopeo.