Il presidente Confesercenti Campania invita a Napoli il Sindaco di Cantù

Dopo il putiferio sollevato dal Sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero con le sue parole “Napoli è una fogna”, dopo l’indignazione dei napoletani e le querele del Comune, anche la Confesercenti Campania dice la sua sull’argomento.

Il presidente della Confesercenti Campania, a capo anche della Confersercenti di Napoli, Vincenzo Schiavo, propone al sindaco Bizzozero di venire a vedere con i suoi occhi le bellezze e le ricchezze del capoluogo partenopeo.

Schiavo ha infatti dichiarato in una nota:

“Invito il sindaco di Cantù a nostre spese a vedere Napoli. Siamo pronti a offrirgli aereo, albergo e ristorante per mostrargli le bellezze, per fargli conoscere le nostre eccellenze imprenditoriali e per vivere tra la gente, per strada, la nostra realtà”

“Probabilmente – spiega – il sindaco così capirà che siamo molto più efficienti della città che lui guida, certamente imparerà qualcosa.”

E poi Schiavo continua:

“Venendo a Napoli Bizzozero potrà percepire che ci sono le nostre imprese che sono leader in Italia nel campo della moda, dell’arte, dell’ingegneria e del comparto alimentare. Capirà da vicino che nel turismo abbiamo il 90% di riempimento alberghiero. Le nostre imprese si confrontano senza problemi e senza soggezione con quelle della grandi città europee, da Parigi a Barcellona, da Madrid a Berlino. Non credo che il confronto con Cantù possa intimorirci. Offro al sindaco un momento di formazione gratuita. E sono pronto a apprendere qualcosa di nuovo da Cantù, nel caso in cui mi invitasse a farlo”

Questa proposta di Vincenzo Schiavo arriva dopo la sua recente elezione a Presidente Confesercenti Campania e Molise a livello interregionale.

Schiavo infatti sarà alla guida interregionale fino al 2021, e questa costituisce una novità assoluta a livello nazionale.

In occasione della sua elezione ha dichiarato:

“Siamo orgogliosi che parta dal Sud il primo esempio in Italia di presidenza interregionale di Confesercenti, che ha il principale intento di produrre effetti favorevoli per le nostre aziende. Trattasi di un esperimento virtuoso volto a creare sinergie tra esperienze regionali che già funzionano, con l’obiettivo di fornire servizi e assistenza più immediata ai nostri associati, alle nostre imprese, snellendo gli aspetti burocratici. Questa novità nasce dall’esigenza espressa dai nostri imprenditori di avere interlocutori sempre più diretti, con risposte certe e immediate per esempio sui servizi quali l’erogazione del credito. E’ il primo progetto in Italia di questo tipo”.