Legambiente: Riciclaestate 2017, la raccolta differenziata ci segue in vacanza

Ha preso il via XII edizione di Riciclaestate, la campagna promossa da Legambiente con il contributo di Conai, (Consorzio Nazionale Imballaggi), per parlare di raccolta differenziata anche in vacanza, come recita lo storico claim.

Il tour di informazione, sensibilizzazione e animazione per migliorare la qualità della raccolta differenziata e favorire la riduzione della produzione dei rifiuti, durerà tre mesi e toccherà più di 80 tappe in 50 comuni con iniziative, incontri, animazione e un ludobus didattico per un’economia circolare Made in Campania.

Un ludobus di Legambiente toccherà le principali località turistiche e i Comuni delle aree interne nei mesi di giugno, luglio e agosto, con l’allestimento di un punto informativo presso gli stabilimenti balneari, nei tratti di spiaggia libera, nelle piazze e all’interno dei principali eventi estivi organizzati dai Comuni aderenti alla campagna.

I volontari di Legambiente distribuiranno gadget e materiali sulla raccolta differenziata, organizzando con laboratori e giochi sul riciclo per i ragazzi dai 5 ai 16 anni, con l’obiettivo di realizzare oggetti utili con i materiali recuperati sulle spiagge campane.  

Inoltre il tour di Legambiente di Riciclaestate incrocerà il viaggio della Goletta Verde che giungerà in Campania il 4 luglio con prima tappa a Castellammare di Stabia, il 5 e 6 luglio a Salerno e 7 luglio nel porto di San Marco di Castellabate.

Ogni anno Ricilaestate riscontra sempre più adesioni sia tra gli Enti Locali che tra i cittadini e i turisti, dimostrando come la collaborazione tra diversi soggetti possa costituire un punto di partenza nella promozione di una raccolta differenziata di qualità. Inoltre la manifestazione contribuisce in maniera determinante a migliorare l’immagine del territorio nel rispetto delle bellezze naturali e incentivando un turismo sostenibile per l’economia dei luoghi.

“Dopo decenni di emergenza rifiuti, oggi la Campania ha tutte le carte in regola per fare da capofila nell’economia circolare nel nostro Paese, grazie alle tante esperienze virtuose in atto nella nostra regione che promuoveremo e racconteremo durante il viaggio di Riciclaestate – ha dichiarato il presidente di Legambiente Campania Michele Buonomo.

In Campania, oltre il 50% dei Comuni supera la media del 65% di raccolta differenziata finalizzata al riciclaggio. Di questi, il 9% è riuscito a contenere anche la produzione pro capite di secco residuo al di sotto dei 75 kg/anno/abitante, piazzando la regione, unica nel Sud, tra le quattro realtà italiane capaci di superare la media nazionale del 7% di Comuni Rifiuti free.

L’economia circolare, oltre a fare bene all’ambiente, fa bene anche al Paese. Come dimostrano i dati diffusi dalla Commissione Europea si parla infatti di 580 mila posti di lavoro stimati in Europa (190 mila in Italia) entro il 2030 con il raggiungimento degli obiettivi del pacchetto sull’economia circolare, con un risparmio di 72 miliardi di euro per le imprese europee grazie ad un uso più efficiente delle risorse.

 

LASCIA UN COMMENTO