Cavese: 34 anni fa la grande impresa a San Siro. Quando Santin battè il Milan

Nella vita ci sono momenti che difficilmente si cancellano. Attimi, immarcescibili, che ritornano prepotentemente alla memoria. E tra questi molti non solo legati solo alla vita di tutti i giorni. Ma anche alle grandi emozioni. Talvolta per una grande impresa. Come quella della Cavese nel lontano 1982. Era il 7 novembre quando la squadra all’epoca guidata da Pietro Santin, successivamente alla guida del Napoli, compì la storica impresa nel campionato di serie B stagione 1982/1983. I metelliani infatti espugnarono San Siro e con un inaspettato 1-2 stesero il Milan che allora fu retrocesso in quella che un tempo si chiamava serie cadetta.

C’è chi racconta che allo stadio Meazz di San Siro ci fossero quel pomeriggio ben 60.000 spettatori. Cinquemila dei quali provenienti addirittura da Cava de’Tirreni.  Una vittoria storica. Ancor più storica e memorabile perché conseguita nella scala del calcio contro il Milan retrocesso in serie B dopo lo scandalo del calcio scommesse. I rossoneri passarono in vantaggio con lo “squalo” Jordan (poi inserito nella lista dei 110 giocatori più importanti della storia rossonera) poi il pareggio di Tivelli e il gol del 2-1 di Di Michele. Due miti non solo per i tifosi della Cavese ma di tanti che amano il calcio con la nostalgia di uno sport sempre più lontano parente di quello attuale.