Cava, il monastero di San Giovanni riapre: open day il 19 Luglio

Lo avevamo anticipato in un precedente post che a breve il monastero di San Giovanni a Cava de’ Tirreni sarebbe stato riaperto, e così sarà.

Poche ore fa, la pagina ufficiale dello staff del primo cittadino cavese, Vincenzo Servalli, ha annunciato l’evento di apertura ufficiale.

L’open day del monastero di San Giovanni si terrà il prossimo Mercoledì 19 Luglio, dalle ore 20.30 e fino alle 23.30.

Salerno: incidente mortale tra tra Battipaglia e Olevano. Perde la vita un 49enne

Incidente mortale ieri sera lungo la strada provinciale che collega Battipaglia a Olevano sul Tusciano. Nell'impatto tra due auto, le cui cause sono in...

L’ex monastero di suore clarisse, sito sul centralissimo Corso Umberto I di Cava, è stato anche per tantissimi anni scuola elementare, ma dopo il terremoto del 1980 è stato poi abbandonato a se stesso.

La promessa della riapertura, dopo anni di lavori sotto varie amministrazione cavesi, si è quindi concretizzata, e ora, il monastero di San Giovanni riaprirà come complesso monumentale, provvisto di unità del gusto (caffetteria/ristorazione) e di foresteria con oltre 20 posti letto disponibili.

All’interno si potrà visitare la mostra riguardante l’ex convento, conoscere la storia del complesso, ed ammirare il nuovo Giardino delle Clarisse, rinnovato e pieno di colori e profumi.

Durante l’open day di Mercoledì prossimo, dalle ore 21.45 ci sarà l’apertura di una parte speciale detta “Opera Light Design” con alcune mostre e precisamente un vernissage di Parisio anni 1920/1940, l’esposizione dal titolo “La Chiamata delle Suore” ed infine la mostra intitolata “La Ceramica e l’Arte”.

Ovviamente l’ingresso è libero, e tutta la cittadinanza di Cava è invitata a partecipare.

L’evento open day il monastero di San Giovanni riapre alla città è patrocinato dalla Regione Campania, dal FESR – Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, e dal programma regionale “La Tua Campania Cresce in Europa”.

All’interno del nuovo complesso è prevista anche la realizzazione di una sala teatro con palco e ciò che serve per le rappresentazioni.

Dopo l’estate, come già dichiarato al quotidiano La Città, il sindaco Servalli conta di far uscire un bando per l’affidamento a terzi della nuova struttura del complesso monumentale di San Giovanni.

Sarà di certo un’operazione molto delicata, che dovrà essere effettuata con cura scegliendo bene i creteri per la cessione della gestione.