Cava: il comune prepara un piano per finire i lavori del Palaeventi e non solo

L’amministrazione comunale Servalli a Cava de’ Tirreni sta preparando un piano preciso per finire definitivamente i lavori iniziati al Palaeventi di Pregiato, ed effettuare altri interventi correlati.

Il Palaeventi era un punto cardine del programma elettorale del primo cittadino, e pare che si stia approntando un piano strutturato in tre livelli operativi atto al raggiungimento di questo obiettivo, come riporta il quotidiano online LaRedazione.eu.

L’iter burocratico per avere i fondi destinati a tali scopi è stato infatti attivano: si vogliono infatti impiegare in queste opere i tanto discussi fondi Jessica del programma Più Europa, pari a 4 milioni e 500 mila euro, prima destinati dalla precedente amministrazione alla riqualificazione di Piazza San Francesco.

Allerta meteo Campania per piogge e temporali. Dalla mezzanotte vento forte

Nuova allerta meteo della Protezione Civile della Campania per piogge e temporali. E dalla mezzanotte si annuncia vento forte su tutta la regione e la...

Oltre che terminare il Palaeventi per la parte esterna, Servalli e i suoi vogliono anche riqualificare la frazione di Pregiato con la bonifica della zona dove si trovano i prefabbricati – area in cui è presente una certa quantità di amianto, che va rimossa – ed in più mettere a posto la strade della zona.

Lo smantellamento dei prefabbricati leggeri permetterebbe la realizzazione dei parcheggi del Palaeventi di Pregiato che dovrebbero accogliere almeno 1500 spettatori e la creazione di aree verdi: per far sì che anche queste opere vengano iniziate e portate a termine, c’è bisogno di un finanziamento di altri 2 milioni e 750 mila euro.

Il terzo intervento riguarda poi le vie della zona: si vorrebbe infatti allargare via Pasquale Santoriello; per questo è in via di definizione con il Ministero, un programma apposito dal titolo “Contratto di quartiere II”.

Sono tante cose messe insieme, e non sarà facile ottenere tutti i fondi necessari, perchè il rischio di un arenamento burocratico delle pratiche è elevato.

Per questo Servalli e il suo entourage hanno pensato bene di far elaborare agli uffici del comune un piano di coordinamento che comprenda tutti gli interventi che si vogliono effettuare, definendo nel dettaglio ogni azione.

La delibera di Giunta, che rimanda agli uffici della sezione Opere Pubbliche del Comune di Cava de’ Tirreni la redazione del planning, cita così:

«In particolare i lavori di completamento dell’area esterna dovranno essere realizzati in modo da consentire un unicum con l’intervento di completamento del Palaeventi e in tempi congruenti con il cronopogramma dei lavori, essendo indispensabili i parcheggi all’utilizzo dell’impianto. Analogamente dovrà essere compiutamente affrontata la problematica connessa alla viabilità».