Cava: il fotografo Oliviero Toscani arriva in città per celebrare il sigaro

Il famosissimo fotografo Oliviero toscani, da oggi e fino a domani Venerdì 16 Giugno, sarà a Cava de’ Tirreni, per un progetto speciale che riguarda il bicentenario del sigaro toscano.

Lo ha riportato il quotidiano La Città di Salerno: infatti questo prodotto, che è diventato negli anni uno status symbol, nel 2018 compirà 200 anni di storia dalla sua nascita.

Ma perchè Oliviero Toscani è venuto proprio a Cava?

La cittadina metelliana, come molti sanno, è sede di una delle fabbriche italiane più importanti di prodotti da tabacco e quindi di sigari, la MST – Manifatture Sigaro Toscano.

Lo stabilimento di Cava, è difatti quello dove si produce la metà dei circa 200 milioni di sigari, e alla produzione lavorano 120 dipendenti.

Manifatture Sigaro Toscano S.p.A. è nata nel 2006, quando il Gruppo Industriale Maccaferri acquisisce dalla British American Tobacco Italia il controllo del ramo d’azienda che produce e commercializza lo storico sigaro a marchio TOSCANO®.

Nel 2016 la società ha chiuso i conti con un fatturato di ben a 99,5 mio di euro, tirando fuori dalla propria fucina 203 milioni di sigari.

Le vendite all’estero rappresentano circa il 17% di quelle complessive.

Grazie a questa fabbrica, provvista anche di laboratorio di ricerca, Cava de’ Tirreni è diventato un luogo fondamentale da scegliere per la campagna targata Oliviero Toscani.

Il progetto al quale Toscani darà il suo tocco artistico, racconterà come in Italia il sigaro toscano viene fumato, da Nord a Sud, e non solo.

Sono quattro le sedi prescelte come set fotografico da Oliviero Toscani: oltre Cava de’ Tirreni e Milano, i suoi scatti arriveranno poi a Roma e infine a Lucca.

Le fotografie di Oliviero Toscani racconteranno sia chi consuma il sigaro, ma anche chi lo produce, che nel farlo lascia sempre qualcosa di sè, del proprio modo di pensare e delle proprie idee, insomma, della propria cultura.

Il curatore del progetto per il bicentenario del sigaro toscano, Nicolas Ballario, ha fortemente voluto l’ingaggio del notissimo professionista della fotografia, perchè solo un artista delle immagini come Toscani avrebbe potuto raccontare in modo del tutto originale la storia del prodotto da ieri ad oggi, coniugando tradizione ed innovazione.

In effetti, Toscani, è tra i primi ad essersi staccato dalla pura concezione pubblicitaria della fotografia, a partire dagli anni ’80, per con le comunicazioni per la Benetton.

Insomma, Cava de’ Tirreni sarà presente in qualche modo nella prossima campagna celebrativa del bicentenario del sigaro toscano.

Un bel colpo e un vanto per la cittadina e i suoi abitanti.

LASCIA UN COMMENTO