Cava de’ Tirreni: clamorosa assenza di Fra Gigino all’alzata del panno

Foto by Giuseppe Ragalmuto via Facebook

Anche quest’anno il Santuario di San Francesco e Sant’Antonio a Cava de’ Tirreni si prepara per la festa del suo primo santo, a quanto pare però senza il suo leader, fra Gigino.

Infatti Lunedì scorso si è svolta la tradizionale alzata del panno di San Francesco, e l’unico a non essere presente alla cerimonia è stato proprio Padre Luigi Petrone.

Che abbia o meno deciso di allontanarsi volontariamente dal convento, i fedeli sono in sgomento: tantissimi i messaggi sul suo profilo Facebook, “Ti prego torna”, “Ci Manchi”, questo scrivono i suoi adepti sul social.

Amalfi, Q8easy pianta 1000 alberi per un progetto di riqualificazione e sostenibilità

E’ Amalfi il comune individuato da Kuwait Petroulem Italia per poter festeggiare il primo traguardo ottenuto grazie all’iniziativa green di Pianta un Albero 2...

Che fra Gigino si stia per trasferire?

Intanto Lunedì il frate non si è fatto proprio vedere nè alla messa delle ore 19, nè alla processione per l’alzata del panno, come riferisce il quotidiano La Città.

Non sono stati organizzati ancora neanche i botti per la Festa di San Francesco, che solitamente si sono fatti ogni anno da quando il Santuario ha ripreso la sua attività grazie all’opera di padre Luigi Petrone.

Non si parla ancora nemmeno di programma per i festeggiamenti, e della solita questua che i membri del comitato festa fanno girando per le case della città di Cava.

Insomma sembra proprio che qualcosa rispetto a prima sia davvero cambiato perchè fra Gigino si è proprio distaccato dalle attività del Santuario, e anche sui social lui stesso tace e non risponde agli appelli dei suoi sostenitori.

Che sia un arrendersi, oppure un protesta bella e buona per le continue critiche che riceve?

Lo sapremo presto, anche se lo stesso Gigino non aveva fatto mistero di volersi dedicare alla predicazione esterna, nel caso in cui non fosse stato poi trasferito, questo perchè lo stesso Gigino era stato sempre “chiuso” all’interno del Santuario.

Padre Luigi in questo momento non è più il Rettore e quindi non ha più potere decisionale sulle tantissime attività ed eventi organizzati, è stato sollevato dal suo incarico direttivo e quindi potrebbe dedicarsi ad altro.