Cava: la Festa Medievale quest’anno non si farà per mancanza di fondi

Moltissimi conosceranno la Festa Medievale che ogni anno si fa a Cava de’ Tirreni presso la frazione Corpo di Cava nel mese di Settembre.

Brutta notizia per questa prossima edizione 2017, che, a quanto pare, proprio non si farà.

Il consueto appuntamento, che fa parte più ampio cartellone dei “Grandi Interpreti all’Abbazia”, non potrà essere organizzato quest’anno poichè i fondi ricevuti sono troppo scarsi.

A Paestum il Festival internazionale delle Mongolfiere. Ecco il programma

Questo fine settimana a Paestum ritorna uno degli appuntamenti più sbalorditivi e colorati dell'anno: il Festival internazionale delle Mongolfiere. Da sabato 30 settembre a...

A comunicarlo, nella giornata di ieri, le associazioni organizzatrici della manifestazione.

Come riporta Laredazione.eu, in una nota, firmata dagli Archibugieri Santissimo Sacramento e dalle associazioni Borgo Badia di Cava e San Giovanni Bosco, sfortunatamente si legge:

«Solo l’amministrazione comunale è intervenuta con un contributo di 2 mila euro».

E continua:

«Gli “attori” istituzionali quali la Regione Campania, l’Ente Provinciale per il Turismo e la Provincia di Salerno, hanno fatto mancare il loro sostegno. Pertanto l’undicesima edizione dei “Grandi Interpreti all’Abbazia” quest’anno sarà realizzata in formato ridotto per l’esiguità dei fondi assegnati».

Insomma, sembra proprio che le associazioni organizzatrici siano state costrette, dalla penuria di finanziamenti, a dover cancellare alcune tra le attività e gli eventi di solito previsti, tra cui appunto la bellissima Festa Medievale a Corpo di Cava, e anche il corteo storico rievocativo dell’arrivo di Papa Urbano II alla Badia.

Un vero peccato per la cittadina di Cava, che dopo 10 anni di successi continui di questa manifestazione, non vedrà sorgere gli allestimenti storici previsti per questo evento, gli antichi mestieri, i costumi, l’accampamento militare.

Purtroppo questo 2017 il piccolo borgo della Badia non si trasformerà in un villaggio medievale.

Ma la nota delle associazioni continua e cita così:

«Non si vogliono fomentare polemiche, ma solo lanciare un grido d’allarme. Con una ripartizione più equa dei fondi messi a disposizione per favorire il turismo nella nostra città, si sarebbe evitato il tracollo di eventi realizzati da oltre un decennio, che sono riusciti a ritagliarsi grande visibilità e benevole critica su riviste americane, noti quotidiani, trasmissioni televisive e riviste a tiratura nazionale».

Ed infine:

«Non è possibile trascurare la promozione del monumento più importante della città, la millenaria Abbazia Benedettina della SS. Trinità, ed il suo primo nucleo abitativo, lo splendido borgo medievale del Corpo di Cava».

Eppure è successo.

Speriamo che si possa muovere qualcosa nell’immediato, dopo questo appello, e permettere comunque lo svolgimento della Festa Medievale a Cava de’ Tirreni.