Cava de’ Tirreni: condannati i vandali che hanno deturpato l’albero di Natale

Brutta vicenda quella accaduta nella notte tra lunedì e martedì a Cava de’ Tirreni, quando 4 giovanissimi si sono arrampicati sul grande albero che domina la piazza Vittorio Emanuele III. Convinti di poter compiere l’infantile gesto senza essere visti, non avendo considerato che la zona è sorvegliata dalle telecamere.

La polizia municipale, una volta aver scoperto il misfatto, si è messa sulle tracce dei vandali, scandagliando e approfondendo le indagini grazie alle immagini registrate dalle telecamere.

Una volta identificati i quattro giovanissimi sono stati condannati a pagare cinquanta euro
per l’acquisto del telo verde danneggiato e già sostituito, più una sanzione amministrativa per atti vandalici, per un totale quasi di mille euro.

Da Amalfi alla «City»: per Mariolina Muoio laurea alla Birkbeck University di Londra

Se non fosse stato per Giulia, la sorellona ormai capitolina d'adozione complice quella cattedra al liceo conquistata con tanta forza di volontà dopo la...

Il Sindaco Vincenzo Servalli ha commentato l’accaduto con un post sul suo profilo Facebook:”Un gesto di assoluta imbecillità, che sulla propria pagina facebook, chissà quanto involontariamente, ha pubblicato il video di “Siamo chi siamo”, la celebre canzone di Ligabue – questo comportamento non ha giustificazioni. Spero vivamente che l’attività di videosorveglianza attiva in piazza Vittorio Emanuele III e in altre zone della città funzioni da deterrente e scoraggi gli incivili. Saremo intransigenti”.

Un gesto stupido e infantile che va condannato anche e forse soprattutto per far capire ai protagonisti che certe cose sono sintomo di inciviltà.