Cava de’ Tirreni: sgombrato il campo prefabbricato le Ginestre

Aggiudicati i lavori di dismissione delle coperture in amianto e definitivamente sgombrato anche il campo prefabbricato che occupava l’area della Società Le Ginestre di via Pastore, alla frazione San Pietro di Cava de’ Tirreni.

Il campo, che incideva sulle casse comunali per un importo di circa 40 mila euro all’anno, è stato liberato spontaneamente, prima dell’esecuzione coatta di sgombero, anche da chi aveva occupato qualche prefabbricato senza averne alcun titolo, per cui sarà restituito alla società proprietaria entro l’anno.

Dal mese di settembre la ditta aggiudicataria della bonifica dall’amianto inizierà i lavori che saranno eseguiti anche ai campi delle frazioni Sant’Arcangelo, via Casa Gagliardi e di San Pietro, via Di Marino e successivamente saranno completamente liberati dai prefabbricati resi inservibili.

L’oro nasce nell’Universo: ecco l’ultima l’incredibile scoperta degli scienziati

Da oggi l’umanità avrà un interrogativo in meno. E’ stata data una risposta alla domanda: “Come si forma l’oro? Come nasce il platino’”. Fino...

Lavori importanti per liberare alcune zone di Cava de’ Tirreni da rifiuti tossici e dannosi per i cittadini del paese metelliano. A darne notizia è proprio il sindaco di Cava de’ Tirreni che con un lungo post pubblicato sul proprio profilo facebook spiega qual è la situazione legata al campo Ginestre.

Soddisfatto per il lavoro svolto il vicesindaco con delega ai lavori pubblici e manutenzione, Nunzio Senatore:«Oramai stiamo ad un passo dal raggiungere un obiettivo storico chiudere definitivamente la vergogna dei campi containers che nell’arco di questi decenni erano diventati ghetti intollerabili. Una operazione che era tra le priorità dell’Amministrazione Servalli che stiamo portando a termine tra tante difficoltà e mancanza di fondi. Adesso si apre il capitolo della completa bonifica dei campi e la loro riconversione».