Cava de’Tirreni: allerta meteo, domani scuole chiuse. Evacuate 16 famiglie

L’allerta meteo di colore arancione è stata prorogata fino alla giornata di domani, 11 settembre, e a Cava de’ Tirreni è stato disposta la chiusura delle scuole e contestualmente l’evacuazione di 16 famiglia.

Questa mattina si è riunito nuovamente, su convocazione del Sindaco Vincenzo Servalli, il Centro Operativo Comunale vista l’allerta meteo della Protezione Civile Regionale.

A seguito delle criticità causate dagli incendi boschivi di questa estate e dell’Ordinanza Sindacale n°356 del 7.09.2017, che ha precauzionalmente equiparato, per le aree di criticità, il codice arancione al codice rosso, il Sindaco di Cava de’ Tirreni Servalli ha emesso nuova Ordinanza per la chiusura di tutte le scuole cittadine, domani lunedì 11 settembre e di evacuazione di 16 famiglie residenti in località San Felice sul versante nord est del territorio comunale. L’inizio dell’anno scolastico quindi è previsto per martedì 12 settembre.

Amalfi, nuovo direttivo della P.A.Millenium: Fabrizio De Iuliis eletto presidente

Nuovo direttivo per la Pubblica Assistenza Millenium di Amalfi che ha rinnovato quest'oggi le cariche associative. Le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo...

E’ stato allestito un ricovero provvisorio per le famiglie evacuate dalle proprie abitazioni nel plesso della scuola media Balzico, alla frazione Santa Lucia. Il Centro Operativo Comunale cui hanno partecipato oltre il Sindaco Vincenzo Servalli, anche il vicesindaco, Nunzio Senatore ed il Consigliere comunale delegato alla Pubblica Istruzione, Enzo Passa, oltre ai dirigenti, tecnici e responsabili, ha attivato tutte le procedure previste dal Piano di Protezione Civile Comunale e provveduto ad avvisare la Prefettura e la Presidenza della Giunta Regionale. Previste anche misure di monitoraggio con presidi di Polizia Locale e personale della Protezione civile, delle strade cittadine.

Una situazione non facile anche in considerazione del rischio di dissesto a cui è sottoposta Cava de’ Tirreni a causa degli incendi che hanno devastato le colline ed il verde della cittadina metelliana.