Casting a Cetara per il film «Gore» con Kevin Spacey. Ieri la carica dei 500/ Foto

Aragon e Leon sono due cucciolotti di pastore tedesco. Difficile non notarli tra la folla di gente che attende di farsi “schedare” al primo casting del film sulla vita di Gore Vidal. Quello che si girerà in Costiera da fine agosto ad ottobre ed avrà come protagonista Kevin Spacey. Anche loro attendevano ieri di partecipare alla selezione.

Ed erano tra i più composti, finché hanno potuto, nonostante affannassero per il gran caldo che attanagliava Cetara. Qui, ieri, c’era una cappa di umidità che non dava tregua. Ma nonostante ciò, nel borgo marinaro, è giunto un fiume di persone per garantirsi un posto tra le comparse del film sulla vita del grande scrittore che lasciò Ravello e la Costiera dopo aver ceduto, nel 2006, la sua Rondinaia.

Per la lavorazione di questa pellicola, la produzione Rapa Production, agenzia che supporta la produzione di Gore, ha iniziato a selezionare le 100 comparse. E per le esigenze di regia legate alle scene da girare a Cetara dal 19 settembre al 3 ottobre, ieri si è proceduto alla selezione di bambini e bambine dai 7 ai 12 anni, persone di mezza età e giovani.

Ad Amalfi lo Street Food Christmas Tour: un villaggio con i sapori del Natale

Il più potente viaggio che si possa fare nella tradizione del Natale è quello attraverso i suoi sapori. Amalfi dedica loro un intero villaggio,...

Aragon e Leon sono solo alcuni dei cani di razza portati a Cetara per partecipare al casting. Proprio così, perché tra le richieste di regista e sceneggiatori c’è anche quella di un pastore tedesco. E ironia della sorte uno di questi arrivava proprio da Ravello, la città adottiva di Gore Vidal. Il “buen retiro” in cui lo scrittore ha dato vita a gran parte dei suoi capolavori diventando polo di attrazione per personaggi della politica, del jet set, del cinema. Ma le sorprese al casting di ieri non si esauriscono con le coincidenze.

Già perché in fila per un ruolo di comparsa dinanzi alla macchina da presa si è presentata anche una donna giapponese con la figlioletta. Turisti anche loro, come i tanti che si sono presentati dalle 16 preferendo il casting alla spiaggia. Napoli, Salerno, Cetara ma anche Milano, Varese, Reggio Emilia. La corsa al casting ha contagiato tutti complice anche il battage pubblicitario di questi giorni.

Tanti i bambini che con compostezza hanno atteso il loro turno. Come Daniela che accompagnata dalla mamma ha atteso, sulle scale di fronte alla sala Benincasa, che il portone tornasse ad aprirsi. “Siamo di Napoli ma non siamo venuti apposta – racconta la signora che si aiuta con un ventaglio a combattere il caldo – Siamo in vacanza a Cetara ed abbiamo deciso di provare a cogliere un’opportunità”.

Opportunità che hanno deciso di lasciare al caso anche qualche vecchia conoscenza della Costiera. Come Hanka Van Dongen, insegnante di danza ma soprattutto di tedesco al Turistico di Amalfi negli anni Novanta e oggi al Regina Margherita di Salerno. Lei non è una novizia del cinema. Tutt’altro.

“Ho lavorato come comparsa e ballerina con Franco Zeffirelli ne Il giovane Toscanini – Racconta Hanka, una di quelle bellezze dei paesi del nord Europa che non conosce le insidie del tempo – Fui aggregata alla produzione per un mese e mezzo tra Roma e il Pertruzelli di Bari. E poi il set di Disperatamente Giulia con Enrico Maria Salerno”.

Dunque non c’era solo curiosità o legittima aspirazione a contagiare il fiume di gente che ha invaso ieri CetaraUn fiume di gente (almeno cinquecento partecipanti) che ha sfidato l’afa in un caldo lunedì d’agosto.