Cargaleiro ringrazia Amalfi. «Ora le mie opere trovino dimora all’auditorium di Ravello»

Trascorso qualche giorno dalla celebrazione del Capodanno Bizantino, l’evento che Amalfi da quasi un ventennio lega a una delle gloriose pagine della sua storia (quella cioè dell’inizio dell’anno fiscale e giuridico che ogni 1° settembre coincideva con l’entrata in carica i comites, cioè i capi della repubblica marinara di Amalfi nell’epoca ducale), il nuovo Magister di Civiltà Amalfitana, l’artista portoghese di fama internazionale, Manuel Cargaleiro, ha sentito il dovere di ringraziare ancora una volta tutta quanta la comunità della Costiera Amalfitana, e non solo gli organizzatori, le Autorità ed i tanti amici, per la «loro straordinaria manifestazione di affetto».

«La Costiera Amalfitana era già parte importante della mia vita – scrive in una lettera diffusa questa mattina – Ho lavorato tanto nella mia carriera artistica e l’ho fatto sempre con passione e dedizione, ma qui ho vissuto i momenti più emozionanti della mia vita e della mia attività artistica, da Vietri sul Mare, ad Amalfi, a Ravello, ad Atrani ed in tutti i luoghi fantastici di questa meravigliosa costa. In questi giorni, ho sentito parlare ed ho letto della rinnovata volontà di esporre le mie opere stabilmente, in Costiera Amalfitana».

Il maestro coglie l’occasione anche per rimarcare alcune sue volontà a cominciare dall’installazione permanete delle sue opere donate alla Fondazione Museo Manuel Cargaleiro «Ci tengo allora a precisare che il mio auspicio resta quello già più volte manifestato di ospitare la intera collezione da me donata alla Fondazione Museo Manuel Cargaleiro, all’interno delle mura di Ravello – scrive il maestro – Ho anche chiarito più volte che sarei stato particolarmente felice della realizzazione di una mostra permanente all’interno dei locali dell’Auditorium Oscar Niemeyer, ed anzi mi auguro veramente di poter assistere quanto prima all’allestimento di un tale evento, all’indomani dell’ufficiale ingresso della Municipalità di Ravello all’interno della Fondazione. Ciò anche perché venga concretamente avviato il percorso per il riconoscimento della personalità giuridica della Fondazione».

Amalfi, La Caravella cerca personale. Ecco come candidarsi per cucina, sala e ArtGallery

Anche La Caravella, il primo ristorante stellato della Costiera Amalfitana, è alla ricerca di personale. La selezione di nuove figure professionali da inserire tra...

Altro auspicio è che la Fondazione Cargaleiro, con il suo patrimonio di opere, «possa diventare catalizzatore ed attrattore di ulteriori opere realizzate dai bravi ceramisti della Costa d’Amalfi».

«In tal modo, si darà un ulteriore supporto all’avviato percorso della candidatura della Città di Ravello e della Costiera Amalfitana a Capitale della Cultura, cui ho orgogliosamente unito, aderendo ad una affettuosa sollecitazione, il suggello del logo, poi realizzato ispirandomi alla bellezza ed ai colori del mare e della montagna della Costiera, nonché al suo immenso patrimonio architettonico e culturale – conclude Cargaleiro – E’ la mia età a costringermi a chiedere a tutti di adoperarsi affinché io stesso possa vedere questo mio sogno trasformarsi in una realtà tangibile».