A Capri il primo matrimonio dell’anno. Un’unione civile tra due gay

Quale scenario migliore di Capri per vivere un giorno da sogno, per rendere il proprio matrimonio indimenticabile. E’ stata proprio l’isola azzurra ad ospitare il primo matrimonio del 2017.

Il fatidico si è stato pronunciato dal giovane Francesco, residente proprio a Capri e dal suo compagno di origine cubana Gonzalez.

Oltre ad essere il primo matrimonio del nuovo anno, quella tra Francesco e Gonzalez è anche la prima unione civile tra omosessuali dall’istituzione del registro a Capri. Un modo decisamente unico ed originale per cominciare questo anno.

A celebrare il rito il sindaco di Capri Gianni De Martino, che dopo aver letto gli articoli di legge che sanciscono la loro unione ha posato per la foto ricordo augurando ai due giovani una lunga e felice vita insieme. Applausi e abbracci in piazza. I due novelli sposi sono stati travolti dall’affetto di amici e parenti, che sono accorsi numerosi per fare gli auguri a Francesco e Gonzalez e poi tutti ad Anacapri per festeggiare il lieto evento.

La coppia vive da anni sull’isola azzurra e sono molto conosciuti e ben voluti. E’ stato Gonzalez a seguire l’amato Francesco a Capri, dopo essersi conosciuti durante un periodo di vacanza.

E’ di pochi mesi fa anche la prima unione civile della Costiera Amalfitana. Il primo cittadino, Salvatore Di Martino, ha celebrato nel settembre scorso l’unione tra due donne.

La prima unione civile della Campania è stata sancita a Salerno il 12 settembre scorso quando gli ufficiali dello stato civile hanno sancito l’unione tra un 56enne salernitano e un 59enne cilentano. Un’unione che ha evitato proprio a Napoli di appropriarsi del singolare primato. Infatti la prima unione civile nella città capoluogo si è svolta poco più di una settimana più tardi, il 20 di settembre.

Ieri, invece, è stato il grande giorno di Francesco e Gonzalez, che sono riusciti a realizzare il loro sogno. Quale posto migliore se non Capri per trasformarli in realtà.

LASCIA UN COMMENTO