Campania: allerta per avverse condizioni meteo a partire da venerdì 11 agosto

La protezione civile della Campania ha diramato un bollettino nel quale ha annunciato che a partire dalle 10 di domani, venerdì 11 agosto, e per le successive 24/36 ore sono previste avverse condizioni meteo.

In particolare stando a quanto riporta l’avviso emesso dalla protezione civile potrebbero esserci venti moderati o forti dai quadranti occidentali, con il mare localmente agitato, soprattutto lungo le coste esposte ai venti, le zone di riferimento sono: Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana, Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini, Tusciano, Alto Sele, Piana Sele e Alto e Basso Cilento.

«Quindi – si legge nel bollettino diramato dalla protezione civile della Campania – si raccomanda di predisporre ogni utile provvedimento per la messa in sicurezza preventiva di strutture soggette a sollevitazioni dal vento, come cartellonistica stradale e pubblicitaria, teloni, illuminazione pubblica, le aree alberata ecc».

Cava de’Tirreni, vincono i fedeli. Don Giovanni resta nella Parrocchia di San Michele

Dopo il grande fermento dei giorni scorsi a Cava de’ Tirreni per l’annunciata partenza del giovane parroco dalla frazione di Sant’Arcangelo arriva la tanto attesa notizia. «Il...

«Riguardo alle previsioni – conclude l’avviso – delle condizioni del mare, da agitato a molto agitato, s’invitano i sindaci dei comuni costieri e delle isole ad elevare lo stato di vigilanza per i mezzi in navigazione e lungo le coste».

Una situazione che dovrà essere tenuta sotto controllo e monitorata, visto che in alcune zone le raffiche potrebbero essere anche di forte intensità. Questo ovviamente avrà delle ripercussioni sulle condizioni del mare, che potrebbe essere mosso o molto mosso.

In questi giorni la Campania ed in generale il sud Italia sono vittime nella morsa del caldo. Le avverse condizioni meteo previste dalla protezione civile potrebbero portare una rinfrescata o almeno rendere l’aria meno bollente e più respirabile.