Calcio: esordio amaro in Eccellenza per il Costa d’Amalfi. Azzurri sconfitti a Nola per 1-0

Finisce con una sconfitta di misura la gara di esordio del Costa d’Amalfi nel girone B del campionato di Eccellenza. Sul campo del Nola 1925 i ragazzi di mister Alfonso Contaldo escono sconfitti per 1-0 dopo quasi settanta minuti di buon gioco e tre palle gol sprecate.

Ci ha pensato Vaccaro al 67° a mettere in rete la palla della vittoria, insaccando di testa dopo la battuta di un calcio piazzato. Eppure nella prima frazione gli azzurri avevano avuto le occasioni migliori. Prima con Ferrara, poi due volte con Marino.

Tre clamorose palle gol che potevano cambiare la gara. E invece a metà secondo tempo è arrivata la rete dei padroni di casa che ha punito un Costa d’Amalfi che aveva provato ad opporsi alla più blasonata rivale con l’entusiasmo della debuttante. L’avvio di gara è come da copione: il Nola prova a fare la partita, con un buon possesso palla e qualche puntata verso la porta difesa da Faggiano, e il Costa d’Amalfi che cerca di non prestare il fianco, difendendosi con ordine e ripartendo all’occorrenza.

Un porto greco sotto le acque di Napoli: nuova scoperta archeologica in Campania

Ancora tracce di Magna Grecia a Napoli, questa volta proprio di fronte la città. Sommerso nel tratto di mare tra via Caracciolo e Caste...

Col passare dei minuti però gli ospiti crescono e sono proprio loro ad avere l’occasione migliore con Ferrara, che arriva a tu per tu con Avino ma finisce per tirargli addosso, sprecando il possibile vantaggio ospite. I bianconeri però reagiscono allo scampato pericolo e nel finale di tempo è Vaccaro ad avere una grande chance, sbagliando però a sua volta il colpo vincente a pochi passi da Faggiano. Anche la ripresa è vivace, con le due squadre che non lesinano energie per cercare di superarsi.

Nei secondi 45 minuti, assai vivaci grazie al gioco espresso dalle due squadre che non lesinano energie per cercare di superarsi, arriva la beffa. Complice anche l’approccio dei padroni di casa entrati in campo con un altro piglio. Le tre parate di un super Faggiano, che in altrettante occasioni ha negato il vantaggio ai padroni di casa, sono state un campanello d’allarme per la squadra di Sal De Riso.

Infatti, i tre miracoli del portiere sono avvenuti prima del gol di testa trovato da Vaccaro, bravo ad anticipare il portiere Faggiano e ad infilare in rete il pallone dell’1-0. Una rete giunta esattamente a metà tempo quando il giocatore nel Nola ha sfruttato al meglio un calcio di punizione battuto da Castiglione e diventato uno splendido assist per Vaccaro.

Una volta in svantaggio mister Contaldo opta subito per tre cambi, ma il Nola non patisce più di tanto i nuovi innesti e regge l’urto della voglia di reazione della formazione costiera. I minuti finali sono di sofferenza per i tifosi sugli spalti, ma al triplice fischio i bianconeri di casa possono festeggiare la conquista di tre punti importanti. Per il Costa d’Amalfi ci saranno altre occasioni.

Alla fine sono state ben 16 sono state le punizioni dal limite concesse dall’arbitro (si lamenta l’eccessivo rigore del direttore di gara che ha contribuito a spezzettare il gioco) che nella seconda frazione ha fischiato 37 falli.

Davvero un peccato per il Costa d’Amalfi che alla sua prima uscita stagionale in Eccellenza, è stato sconfitto di misura sul campo del Nola. «Una sconfitta che però aiuterà la squadra a crescere, e a capire le difficoltà di una categoria diversa, come lo è l’Eccellenza – fanno sapere i dirigenti del Costa d’Amalfi – Il tempo per lavorare c’è, e la squadra sa di dover lavorare sodo».

TABELLINO

Nola; Avino, Gioventù, Falivene, Falanga (42’st Alieri), Lenci, Schioppa, Marotta, Castiglione, Magaddino (12’st Tagliamonte), Vaccaro (37’st Mocerino), Sacco. Allenatore Cusano

Costa d’Amali – Faggiano, Esposito (24’st Rinaldi), D’Amora (45’st Vitiello sv), Cestaro, Bove, Vigorito, Ferrara (16’st Cioffi), De Angelis 6 (24’st Criscuoli), Marino, Lettieri, Di Landro (24’st Reale). Allenatore Contaldo.

Arbitro: Cesarano di Nocera Inferiore

Rete: 23’st Vaccaro.

Note: Spettatori 300 circa. Ammoniti Vaccaro e Tagliamonte (N), Cestaro, Marino, Lettieri e Ciofi (CdA).