Botti di Capodanno: 47 feriti in Campania. Due con proiettili vaganti

Sono cinque in meno rispetto allo scorso Capodanno i feriti in Campania da botti d’artificio di Capodanno o peggio ancora proibiti. Quest’anno è di 47 il numero delle persone soccorse durante notte di San Silvestro. Il più grave, stando a quanto riferisce l’Ansa, è un bambino di 9 anni ricoverato all’ospedale pediatrico Santobono di Napoli con ferite alle mani ed ustioni.

A Pratola Serra, in provincia di Avellino, è rimasto ferito un altro bambino poi trasportato a Napoli. In totale a Napoli città sono 31 i feriti. Di questi, cinque minori. Due persone sono state inoltre ferite da proiettili vaganti. Si tratta di un uomo di Avellino, ricoverato all’ospedale Loreto Mare di Napoli e di una donna di Ponticelli, periferia orientale della città.

L’uomo, che sarebbe stato colpito al collo da un colpo di arma da fuoco eavrebbe riferito di essere stato colpito mentre era alla guida di un camioncino nel centro della città. Sulla carrozzerie del camioncino, stando a quanto riferisce l’Ansa, la Polizia ha rilevato la presenza di tre fori di proiettile, ma a terra non sarebbero stati trovati bossoli.

E se il Var arrivasse nei colloqui di lavoro? Ecco il nuovo video virale...

Il Var è stato introdotto sui campi della serie A ad inizio campionato che sta già scatenando una serie di polemiche calcistiche che, ad...

La donna di Ponticelli è stata invece ferita di striscio alle ginocchia da un proiettile vagante mentre si trovava sul balcone di casa. La prognosi per le i è di 10 giorni.

Su scala nazionale sono in totale 187 le persone ferite la notte di San Silvestro, sei in meno rispetto allo scorso anno. In ospedale sono state ricoverate 44 persone, di cui dodici con prognosi superiore a 40 giorni. L’episodio più grave a Bari ha visto coinvolti due albanesi e un ragazzo di 16 anni. Sei in tutto i feriti per colpi di arma da fuoco.