Boom sui social per gli Scavi di Pompei durante l’Ask A Curator Day

Non è certo un mistero che gli Scavi di Pompei siano famosi in tutto il mondo e che il sito stia ottenendo numeri da record per le presenze anche quest’anno.

C’è da precisare però che il successo del sito di Pompei non è solo “fisico”, ma anche virtuale.

Infatti gli Scavi di Pompei hanno registrato un boom di followers sui social media durante l’appena passato “Ask A Curator Day”, come riferisce l’edizione odierna de Il Mattino di Salerno.

Praiano: giovedì 14 settembre il concerto del biologo musicista Emiliano Toso

Ancora musica nella bellissima e suggestiva Praiano. Dopo l'intenso programma dei suoni degli Dei, che proseguirà nelle prossime settimane, giovedì 14 settembre 2017, nell’incantevole scenario del...

I vertici del parco archeologico hanno deciso di aderire anche quest’anno alla manifestazione internazionale, tenutasi ieri 13 Settembre, che prevede la messa a disposizione per un’intera giornata di curatori e professionisti dei musei di tutto il mondo sui social per rispondere a tutte le domande del pubblico.

L’ “Ask a Curator Day” degli Scavi di Pompei ha registrato un enorme successo su Web: l’evento, ideato e promosso da Mar Dixon, ha permesso al noto sito campano di ottenere circa 30 mila followers su Instagram, dieci mila su Twitter e ben cinquanta mila su Facebook.

Il riscontro sensazionale sui social sicuramente contribuirà ancora di più ad aumentare la popolarità dell’antico sito sia presso i turisti che gli addetti ai lavori.

I curatori degli Scavi hanno risposto a tutte le domande pervenute ieri dalle ore 10 alle ore 17; gli utenti hanno interagito su Twitter taggando sia il profilo del sito, ma anche usando l’hashtag previsto per la giornata, #AskACurator.

Le domande che sono arrivate, ovviamente da tanti paesi e in tutte le lingue del globo, sono state di natura generale sul parco archeologico, ma c’è anche chi ha chiesto qualche curiosità su usi e costumi degli abitanti dell’antica Pompei, sul pane carbonizzato dall’eruzione, sui lavori dei prossimi scavi, sui calchi, sulla storia, l’organizzazione e la manutenzione del sito archeologico, e così via.

Complimenti a tutto lo staff degli Scavi di Pompei, perchè anche il successo di questi eventi virtuali testimonia che dietro l’enorme bellezza del sito c’è un grandissimo lavoro.