Salerno: inaugurata la Biblioteca Internazionale presso il Parco del Mercatello

Foto by Albero Culturale via Facebook

Lo scorso Sabato 13 Maggio, con una serata speciale festosa e piena di sorprese, è stata inaugurata presso il Parco del Mercatello a Salerno la Biblioteca Internazionale.

La nuova Biblioteca Internazionale è stata inserita in angolo dedicato all’interno della Serra del parco Mercatello, in scaffali di colore verde.

La raccolta di volumi è potuta nascere, come riporta la Gazzetta di Salerno online, grazie all’idea e all’impegno del Centro Bulgaro Italiano Culturale.

Salerno: apre il caffè letterario Diaz19 nel cuore della città

Novità gli amanti della buona lettura e delle letteratura: a Salerno ha aperto da pochissimo un nuovissimo caffè letterario, il Diaz19, sito appunto in...

L’iniziativa è stata inoltre realizzata con il patrocinio morale del Comune di Salerno.

La serata di battesimo della Biblioteca Internazionale è risultata essere una gioiosa festa – organizzata con l’aiuto di Albero Culturale, dell’associazione Alba Nova, dello studio VideoGrafica Avallone e dello Studio CESAT – alla quale ha presenziato per l’Amministrazione, l’Assessore all’Ambiente e allo Sport dott. Angelo Caramanno.

La serata di presentazione della Biblioteca Internazionale a Mercatello è stata presentata da Kalina BelchevaPresidente del Centro Bulgaro-Italiano, e da Franco Bruno Vitolo.

Moltissimi gli ospiti giunti per allietare i presenti: Pina Sozio, autrice di favole ha letto ai bimbi intervenuti “L’omino dei palloncini”; poi c’è stata l’esibizione della violinista e concertista Kamelyia Naydenova, maestra e docente di Conservatorio.

Non è mancato il canto con l’artista ucraina Ganna Shyshko, che ha intonato un brano dedicato al suo paese, e c’è stato anche un angolo poetico a cura della componitrice bulgara Violeta Dulcheva.

Durante la serata inaugurale sono stati anche letti testi in varie lingue (italiano, bulgaro, francese, inglese, spagnolo, napoletano).

A chiusura e coronamento di un’ottima serata, le note della chitarra di Luigi Piero De Angelis e una sfilata con il cappellino in feltro animale creato dalla stilista Natasha Zhodko.

Tanti i bambini presenti, oltre agli adulti, che hanno potuto assistere ad un momento in cui vari popoli e culture si sono fusi tra di loro, all’insegna della piena integrazione.

La nuova Biblioteca Internazionale del Parco Mercatello può contare libri di diverse nazionalità, ed è stata creata per diventare un punto di riferimento e di ritrovo per i cittadini stranieri di Salerno, ma anche per essere un luogo di incontro e dialogo con i salernitani nativi.

Non c’è che dire una grande idea quella di istituire una Biblioteca Internazionale a Salerno, per favorire l’interculturalità, visto che in città sono ormai tantissimi gli immigrati che da anni ci vivono stabilmente.