Arrestato stanotte a Praiano l’uomo delle truffe ricercato dai carabinieri. Era alla Praia

E’ durata poco più di sei ore la fuga dell’uomo originario di Napoli e ritenuto responsabile, insieme a due donne, della truffa a due anziani di Tramonti prima e Praiano poi, ed dei tentativi perpetrati ai danni di diversi cittadini nella giornata di ieri.

L’uomo di 31 anni, originario di Napoli e già denunciato per i reati di truffa e furto in concorso con le presunte complici rispettivamente di 26 e 28 anni, ugualmente residenti a Napoli, è finito in manette questa notte con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. A bloccarlo sono stati i Carabinieri della Compagnia di Amalfi che gli davano la caccia da ieri, quando, a seguito di varie segnalazioni al 112 in merito a sospette telefonate ad utenze di anziani dei Comuni della Costiera, era stato attuavato un mirato servizio di controllo su tutto il territorio per prevenire e reprime il fenomeno delle truffe agli anziani.

I militari dell’Arma, coordinati dal capitano Roberto Martina, avuta notizia di una truffa non andata a buon fine nel Comune di Tramonti e di una invece messa a segno nel comune di Praiano, si sono messi alla ricerca degli autori di cui conoscevano pochissime informazioni raccolte dalle vittime.

Tramonti: domani é la giornata de “Il mosto che diventa vino”

Si svolgerà domani mattina a Tramonti alle 10.30 nella splendida cornice della Cappella Rupestre  la dodicesima edizione de “Il Mosto che diventa vino”. L' Associazione Gete,...

Nel pomeriggio, i carabinieri della stazione di Positano, guidati dal maresciallo Rosario Nastro, nei pressi del Comune di Praiano, riuscivano a bloccare un’auto sospetta con a bordo due donne ed un uomo il quale, dopo aver consegnato i propri documenti, accortosi che si stava avvicinando alla pattuglia un anziano del posto che chiedeva aiuto per essere stato appena truffato, si dava a precipitosa fuga facendo perdere le proprie tracce.

Avviate le ricerche dell’uomo, i Carabinieri appuravano che pochissimi minuti prima, fingendosi corriere, aveva effettivamente truffato l’anziano di Praiano, dal quale, dopo un contatto telefonico con un finto nipote, si era fatto consegnare la somma contante di oltre 4000 euro in cambio di un pacco rivelatosi vuoto.

Dalle indagini condotte contemporaneamente dai Carabinieri della stazione di Tramonti, coordinati dal maresciallo Luca Sebastiano D’Aleo, riscontravano che lo stesso uomo, poi arrestato stanotte, con lo stesso modus operandi, aveva consumato, nella mattinata, un’altra truffa ai danni di un altro anziano del posto, sottraendogli invece circa 1000 euro.

Condotte in caserma per gli accertamenti, durante la perquisizione delle due donne fermate, i militari hanno rinvenuto – ben occultata negli indumenti – la somma contante di oltre 5000 euro provento dell’attività illecita ed un documento di identità appartenente ad un uomo di Tramonti che nella primo pomeriggio aveva denunciato il furto del proprio portafoglio lasciato incustodito all’interno dell’autovettura parcheggiata su strada.

Nel corso della notte, i Carabinieri, incessantemente impegnati nelle ricerche del fuggitivo, intorno alle ore 2.30 sono riusciti a rintracciarlo, in località Praia, mentre tentava di rimediare un passaggio da una autovettura per poter abbandonare definitivamente la zona.

Fermato dai militari del nucleo radiomobile della compagnia di Amalfi, l’uomo avrebbe opposto resistenza al controllo colpendo i militari al volto senza però riuscire ad evitare di essere bloccato ed arrestato. Condotto presso gli uffici della Compagnia di Amalfi, al temine delle formalità di rito, sarà accompagnato presso il Tribunale di Salerno per il rito direttissimo.

La somma sottratta agli anziani è stata interamente recuperata ed è stata sottoposta a sequestro in attesa di poter essere restituita al termine dei dovuti accertamenti dell’Autorità Giudiziaria.