Altra tromba d’aria in Costa d’Amalfi. A Maiori si dissolve nell’arcobaleno / Video

E siamo a tre. Con le due di ieri ad Amalfi e Positano, i vortici d’aria, meglio conosciuti come trombe marine, salgono di numero in appena due giorni. L’ultima qualche ora fa alle porte di maiori dove il vortice si è andato lentamente a dissolvere nell’arcobaleno che si è creato per effetto di uno sbalorditivo gioco di luci.

Al di là della suggestione i vortici, che si formano da una compressione di masse d’aria aventi diverse temperature, rischiano seriamente di far danni. Ma per fortuna non è stato il caso di questi giorni anche se lo scorso novembre sia a Praiano che ad Amalfi si è temoto il peggio.

Per fortuna non successe nulla di eclatante se non la spettacolarità del fenomeno che, come questa volta ha finito per produrre una serie infinita di contenuti digitali con cui in tanti hanno invaso la rete.

Vini d’Italia 2018: in Campania l’Espresso premia 34 nettari. Della Costa d’Amalfi sono 3

Trentaquattro grandi nettari della Campania trovano spazio tra le pagine della nuova guida de L'Espresso presentata ieri a Firenze, presso la stazione Leopolda, insieme...

Secondo una leggenda popolare, i depositari del rimedio contro questi fenomeni sono ancora oggi i pescatori, gli unici ad essere capaci di “spezzare” le trombe d’aria appena queste si avvicinano alla terraferma.

Il loro è un vero e proprio rito che si tramanda e che prevede una formula da pronunciare accompagnata dal segno della croce. Una leggenda ben narrata in un’altra pagina di AmalfiNotizie e che riproponiamo a questo link.

 

A volte la natura ci regala spettacoli come questi….con brivido…finale..

Posted by Mike Bike on Wednesday, April 19, 2017