Aldo Marino: una vita per il calcio. Dal coma alla promozione col Costa d’Amalfi

L’esempio di come lo sport, e nella fattispecie il calcio, sia in qualche caso motivo di vita, è tutto nella storia personale di Aldo Marino. Uno dei protagonisti della straordinaria cavalcata del Costa d’Amalfi, il sodalizio di cui è presidente il maestro Sal De Riso, verso la promozione in Eccellenza.

Aldo per gli amici è il «Toro di Praiano» e nonostante la giovane oggi rappresenta con il suo vissuto, fatto di drammi e patemi d’animo, un punto di riferimento per le giovanissime generazioni. Un esempio vero per forza, determinazione e voglia di vivere.

La rottura del crociato quando vestiva la maglia di una squadra del nord, poi un incidente stradale nel 2014 che lo tenne in coma per quasi un mese. Ricordi che riaffiorano quando parli del giovane campione nella vita e nello sport.

La città di Ravello premiata a Roma: è una delle cento «Eccellenze» d’Italia

Oltre al comune di Cava de’ Tirreni c’è anche Ravello tra le “100 mete d’Italia” che ha ricevuto l’attestato di Comune d’Eccellenza. La cerimonia...

La sua è la storia di un ragazzo, un calciatore, un amico, un fratello che nonostante la vita gli abbia riservato duri ostacoli da affrontare, li ha sempre superati con grinta e soprattutto con quel sorriso che non abbandona mai il suo viso.

Nel suo destino c’è sempre stato il calcio come passione, ispirazione e fonte di vita, che ha saputo regalargli gioie e dolori, in una carriera che avrebbe potuto snodarsi su altri palcoscenici ma che a causa di infortuni e problemi di salute lo ha tenuto legato alle sue origini.

Dopo la trafila nelle giovanili del San Vito Positano, Aldo Marino ha la sua occasione nel Savoia, ma dopo la preparazione, la richiesta dei dirigenti della sua storica società lo inducono a tornare a casa, più che le ragioni della testa il Toro di Praiano ascolta quelle del cuore.

Un campionato da protagonista, con 22 gol e la voglia di emergere, lo convincono, insieme ad un altro dei protagonisti della cavalcata del Costa d’Amalfi, il capitano Marco Cestaro, a trasferirsi in provincia di Novara, per giocare in una squadra del campionato di Eccellenza. Ma durante un’amichevole estiva la sorte sferra un terribile colpo ad Aldo Marino, con la rottura del crociato ed il rientro a casa.

Il Toro di Praiano, come si può intuire dal soprannome, ha la testa dura e dopo la riabilitazione si rimette in gioco con il Costa d’Amalfi e dopo la sconfitta nei play off contro il Pontecagnano vive la pagina più brutta della sua vita.

Dopo una serata con gli amici Aldo Marino è vittima di un terribile incidente con la moto a Praiano. Immediati i soccorsi e la corsa in ospedale. Per i medici la situazione è molto critica, il giovane è in coma. Un lunghissimo mese in rianimazione, durante il quale Aldo ha lottato come un «Toro», tirando fuori tutta la grinta di cui è dotato, assistito e accompagnato dalla famiglia e da tantissimi amici che non lo hanno mai lasciato da solo, vincendo la sua lotta contro quell’infausto destino.

Ma nella sua vita il calcio ha un ruolo fondamentale e nonostante il suo fisico sia segnato da quella terribile esperienza e ci sia stato bisogno di un anno e mezzo di riabilitazione, Aldo Marino si rimette in gioco ancora una volta con il Costa d’Amalfi, dove con i suoi compagni, o meglio «fratelli» come lui stesso li definisce, scrive una delle pagine più belle della storia dello sport della Costiera.

Sabato scorso sono stati due suoi gol a sancire il definitivo salto della squadra del presidente Sal De Riso nel campionato di Eccellenza. Il giorno della rinascita, forse, o semplicemente il primo passo di un futuro roseo, per il quale Aldo ha lottato tanto.

Come detto un giovane, un calciatore, un amico, un fratello, un esempio per tutti i ragazzi che si trovano ad affrontare i naturali ostacoli della vita e che per questi finiscono per farsi condizionare.

Un grande in bocca al lupo al Toro di Praiano e a tutti i grandi protagonisti di questa esaltante stagione del Costa d’Amalfi per ciò che sarà nel prossimo campionato di Eccellenza.