Al Sud felici al Nord depressi, quando l’umore diventa una questione geografica

Al sud le persone sono felici e man mano che si risale lo stivale la percentuale di persone tristi e depresse aumenta sempre di più. A rivelarlo è uno studio svolto dalla Fondazione Brf sulle ricerche in neuroscienze tra ottobre 2016 e marzo 2017 condotto da Donatella Marazziti, docente di psichiatria a Pisa, e dal sociologo della salute Mario Campanella.

La ricerca ha coinvolto circa 1800 persone provenienti dalle province più disparate da Udine a Cosenza, passando per Mantova, Perugia, Lucca Ancona, Campobasso, Salerno, Foggia, Siracusa e Cagliari. Il 51.7% degli interessati è di sesso maschile mentre il restante 48,3% è di sesso femminile.

La media della depressione in senso clinico, coinvolge circa il 9,8% della popolazione, ma la ricerca ha rivelato che la differenza tra nord e sud è molto significativa.

Casa del Gusto: aperto il bando per la gestione e valorizzazione della struttura

La Casa del Gusto è stata inaugurata poco più di un anno fa, con l'intento di creare una vetrina per la valorizzazione delle tante tipicità...

Udine e Mantova hanno registrato un tasso di depressione rispettivamente del 14,3% e 14,1%, risultando le più colpite. Cosenza e Cagliari sono, invece, le città italiane di piccola-media entità con il minore impatto di depressione nella popolazione generale. La città calabrese guadagna il primato con il 6,7% di depressi, la provincia sarda segna il 7,2%.

Gli ideatori e coordinatori della ricerca Donatella Marazziti e Mario Campanella analizzano le differenze così marcate tra nord e sud rispetto alla percentuale di persone che soffrono di depressione:”Non è una sorpresa che le città del Sud abbiano un minore influsso depressivo, sia per la presenza del sole che per una cultura resiliente diversa. I cittadini cosentini e sardi hanno anche riferito la presenza di un ambiente culturale e sociale orientato alla solidarietà”.

In buona sostanza al sud si vive con minore stress e con maggiore voglia e possibilità di aiutarsi e venirsi incontro, che determina una percentuale più bassa di depressi. Di seguito la graduatoria completa delle città interessate dalla ricerca: Udine con il 14,3% di depressi,  seguita da Mantova 14,1%, Piacenza 12,7%, Ancona 11,4%, Lucca 10,4%, Campobasso 10,2%, Perugia 9,4%, Salerno 8,7%, Siracusa 8,1%, Foggia 7,8%, Cagliari 7,2 %, Cosenza 6,7%.