Agropoli, arriva la app di soccorso in mare: basterà un click per inviare un SOS

Una app può salvare una vita? Ad Agropoli sembra proprio di sì. La Società nazionale di Salvamento ha prodotto una app innovativa di “Attivazione soccorso balneare” che permette di segnalare tutti i possibili incidenti che possono capitare in spiaggia durante questi caldi mesi estivi.

Al bagnante in difficoltà basterà chiedere aiuto con un semplice click dal proprio smartphone o da qualsiasi altro dispositivo Apple o Android. L’SOS inviato indicherà con precisione il luogo dell’eventuale incidente o della persona in difficoltà e attiverà l’intervento di soccorso.

Il progetto “Attivazione soccorso balneare” è partito nell’area di Agropoli ma potrà essere esteso in breve tempo anche in altre località della Costa Cilentana. Per rendere possibile ogni operazione di salvataggio il progetto prevede il coinvolgimento di più di cinquanta bagnini.

Torna a bruciare la Costa d’Amalfi: incendio a Praiano. Almeno tre inneschi / Foto

Sembravano lontani quei giorni estivi in cui la Costa d'Amalfi bruciava per mano criminale eppure, questa sera, poco dopo il tramonto un vasto incendio...

Il progetto pilota di “Attivazione soccorso balneare” sarà svolto dalla locale stazione di salvamento di Agropoli – Castellabate, diretta da Nicola De Stefano e, se andrà buon fine, non si esclude la possibilità di lanciare la app anche a livello nazionale.

Già nel 2008 la locale stazione di salvamento di Agropoli – Castellabate aveva lanciato una iniziativa di soccorso simile, in particolare legata al Soccorso nautico costiero con moto d’acqua. Nel 2012 poi, a questo servizio, si è aggiunta l’installazione delle colonnine di soccorso nei pressi delle calette di San Francesco e dello scoglio del “sale” per garantire anche il soccorso di quelle zone difficili da raggiungere via terra.

«Con queste ultime si sono risolte principalmente due criticità – spiega Nicola De Stefano, direttore della stazione di salvamento di Agropoli – . La prima è ubicare in una zona massicciamente frequentata da bagnanti e difficilmente raggiungibile via terra un presidio di soccorso e  quindi che le colonnine segnalassero l’esatto punto costiero dove intervenire”.

Proprio quest’ultima condizione ha inciso sullo sviluppo della app, che segnala l’esatta posizione garantendo una maggiore tempestività dell’intervento. Inoltre aprendo l’app, scaricabile gratuitamente su dispositivi Apple e Android, il bagnante avrà un tasto rapido per attivare le chiamate di emergenza al 1530 (Guardia Costiera) e al 118.