Aeroporto Capodichino: nuove rotte con EasyJet per il 2017

Previsti per questo 2017 grandi investimenti per l’aeroporto Capodichino da parte della nota compagnia aera EasyJet. Per lo scalo napoletano è previsto infatti un incremento dell’investimento di circa 2,8 milioni di euro, con nuove destinazioni europee.

I nuovi collegamenti fanno parte della strategia d’espansione del vettore per il 2017 in Italia, incentrata sulle tre basi italiane di Milano Malpensa, Venezia, Napoli e che prevede un incremento della capacità, e quindi di offerta per i passeggeri, fino a 1,4 milioni posti in più.

Gli investimenti serviranno anche per mettere posti a disposizione dei passeggeri dell’aeroporto di Capodichino con le tre nuove destinazioni internazionali di Zurigo, Lille e Dubrovnik.

L’aeroporto Capodichino in questo anno potrà contare su investimenti importantissimi non solo di EasyJet ma come annunciato nei giorni scorsi anche dalla compagnia Ryanair, che ha assicurato per la prossima primavera nuove destinazione in tutta Europa a prezzi vantaggiosi.

A partire dal prossimo aprile sarà possibile volare a prezzi molto convenienti in diversi città d’Europa e del mondo. Il progetto prevede infatti di collegare Napoli a: Brema, Copenaghen, East Midlands, Eindhoven, Francoforte Hahn, Danzica, Kaunas, Lisbona, Madrid, Manchester, Milano Bergamo, Siviglia, Stoccolma, Tolosa, Treviso, Valencia, Varsavia Modlin.

A pochi giorni dall’annuncio del nuovo progetto che coinvolge l’aeroporto di Capodichino è scattata la corsa al biglietto. Tanti turisti hanno deciso di acquistare con anticipo il pass per poter raggiungere tantissime città europee e non solo a prezzi vantaggiosi.

La compagnia irlandese ha promosso in maniera massiccia la nuova situazione riguardante lo scalo napoletano, offrendo a tutti coloro che vorranno, la possibilità di viaggiare, fino a maggio, con tariffe a partire da soli 19.99 euro.

Un anno importate per lo scalo napoletano, che diverrà sempre più internazionale, favorendo non solo il capoluogo campano ma ovviamente la regione intera, grazie ad un flusso di turisti sempre crescente, che potrà raggiungere così facilmente le meraviglie della nostra terra.