Ad Ercolano i graffiti di 2000 anni fa diventano tweet in 3D

Da questa sera i graffiti degli scavi di Ercolano diventano dei tweet. Le iscrizioni d’amore, di filosofia e di vita quotidiana rivivranno sotto forma dei cinguettii social più famosi del mondo attraverso proiezioni su domus e muri, grazie a speciali fasci di luce.

Le animazioni sono state create e rese possibili dallo staff del Mav, il Museo archeologico virtuale di Ercolano, guidato da Ciro Cacciola. Ogni venerdì sera, quando gli scavi sono aperti per le passeggiate notturne, i turisti potranno ammirare le iscrizioni latine  di 2000 anni fa che saranno tradotti in italiano e in inglese.

I percorsi notturni, in programma dalle 20 alle 23, con ingresso speciale a 2 euro fino alle 22, si arricchiscono dunque di una nuova strabiliante offerta. Le iscrizioni multimediali saranno riprodotte direttamente sulla terrazza di Marco Nonio Balbo.

In Costiera Amalfitana con targa illecita e libretto falso. Denunciate 2 persone ucraine

Circolavano in Costiera Amalfitana alla guida di un'autovettura con carta di circolazione falsa e targa, di nazionalità ucraina, attribuita invece ad un altro mezzo....

Attraverso un’ animazione i graffiti, provenienti per la maggior parte dalle terme, diventeranno dei veri e propri cinguettii. I turisti potranno leggere vari pensieri scritti più di 2000 anni fa: dalle preghiere a “Venere la Potente”, a saluti a fanciulle o ad amanti. Non mancano dichiarazioni vigorose di prestanza sessuale, o vere e proprie poesie. Come si legge nel cosiddetto “Graffito dei pugili”, che dice: “Quanto è delicata la violenza. E quanto lo sono i pastori. Questo è il messaggio di Caste per i Pugili”.

Dal 18 agosto le animazioni arriveranno anche nel Sacello degli Augustali e nella Casa di Nettuno e Anfitrite, dove il bellissimo affresco del triclinio si animerà virtualmente, invitando i visitatori all’atmosfera conviviale.

Oltre ad essere un attrattiva turistica, i graffiti offrono anche uno spaccato dei luoghi e della vita degli antichi abitanti di Ercolano fino a quel tragico agosto del 79 d.C., quando la città venne distrutta dalla violenta eruzione del Vesuvio.

l tour serali agli scavi di Ercolano sono in programma fino al prossimo 6 ottobre (ingressi a gruppi di quaranta persone per volta) e rientrano nel Piano di valorizzazione 2017 del ministero ai Beni culturali.