A Salerno dal 22 al 28 maggio la settimana del Corallo e del Cammeo. Ecco gli eventi

Una straordinaria mostra a Palazzo Genovese, un’esposizione itinerante tra le gioiellerie della provincia di Salerno in cui saranno esposti pezzi pregiati dell’arte del corallo, e una dimostrazione delle tecniche di lavorazione. Questo e altro ancora rientra nella “Settimana del Corallo e del Cammeo” organizzata da Federpreziosi Salerno, realtà associativa locale nata lo scorso ottobre che raccoglie giovani imprenditori salernitani nel settore delle gioiellerie, con la collaborazione di Confcommercio, della Camera di Commercio di Salerno e di Assocoral.

Un evento, quello in programma dal 22 al 28 maggio, che si propone di rilanciare la grande tradizione campana facendo scoprire tutto il fascino del corallo e del cammeo. Ma soprattutto un’occasione per la divulgazione di un vero tesoro della nostra regione per il quale è in itinere la candidatura all’Unesco della lavorazione artigianale come «patrimonio immateriale dell’umanità».

Porto di Salerno: in prova nuovo sistema d’illuminazione del molo di sopraflutto

Importante novità introdotta al fine di aumentare l'operatività del porto di Salerno. Grazie al completamento, realizzato con la collaborazione degli imprenditori locali, del nuovo sistema...

I dettagli dell’iniziativa sono stati illustrati ieri mattina a Palazzo di Città dall’assessore al Commercio del Comune di Salerno, Dario Loffredo, dal presidente Federpreziosi Provincia di Salerno, Michele Cicalese e dal presidente Assocoral, Tommaso Mazza.

«Si tratta di un’occasione unica – ha spiegato il presidente Fedepreziosi Confcommercio Salerno, Michele Cicalese – per conoscere i segreti della lavorazione del corallo e del cammeo di Torre del Greco, riconosciuta al Mondo come unica, capace di plasmare gemme del mare in opere d’arte da indossare. Tantissimi colleghi gioiellieri di Salerno e provincia hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa, accogliendo nelle vetrine allestite a tema, pezzi unici da museo e preziosi manufatti da acquistare. Workshop, mostre, eventi e degustazioni faranno da cornice all’evento».

Dal 22 al 28 maggio ben quindici gioiellerie di Salerno e provincia che hanno aderito al progetto, esporranno in vetrina opere uniche, lavoro di una maestria artigianale che vede la sua unicità a Torre del Greco, centro d’eccellenza nella lavorazione delle conchiglie dei cammei. L’iniziativa è nata dall’idea di fornire al commercio locale un’ulteriore opportunità per farsi conoscere, reagendo al contesto di crisi in cui molti settori versano. Questo perché l’economia non gira e la ripresa diventa sempre più difficile. Ad ogni gioielleria aderente, verranno distribuite delle brochure con gli eventi correlati della settimana e, per chi fosse interessato, sarà possibile anche acquistare i pezzi esposti in vetrina.

Dal 25 al 28 maggio, inoltre, sarà possibile visitare la mostra «Seduzione senza tempo-corallo e cammei tra memoria e modernità» a Palazzo Genovese, durante la quale si alterneranno iniziative di show cooking a cura di Palazzo Celentano e Archafè per il giorno 25, mentre il 26 gli allievi del Liceo Artistico Francesco Degni di Torre del Greco mostreranno le tecniche di lavorazione apprese per portare avanti le tradizioni artigianali locali. Sabato 27, infine, l’esibizione musicale degli allievi del Liceo Musicale Alberto Galizia di Nocera Inferiore.

Il Corallo

Il corallo ha affascinato il genere umano sin dall’antichità; la sua origine è stata per secoli fonte di supposizioni fra i naturalisti, Alla fine del 1700 un medico marsigliese affermò, a seguito dei un’approfondita ricerca, che il corallo era una colonia di microrganismi vivi riuniti in formazione calcarea la quale crescendo prendeva forma di alberello. Gli archeologi sostengono che il corallo già veniva utilizzato nel V secolo d.C.
Da sempre si è convinti che il corallo possieda qualità magiche, Nel XV secolo, la collana di corallo era elemento indispensabile nei corredi delle giovani spose, nonché il primo gioiello regalato ai neonati. Il cammeo insieme al corallo costituisce l’anima di Torre del Greco. Intreccia la sua storia in un legame che affonda le proprie radici nei secoli e che la tradizione lega al caso o anche all’amore, I primi gruppi di artigiani del corallo nacquero nel ‘700 a Napoli e Torre del Greco. Secondo alcuni la tradizione dell’incisione dei cammei su conchiglia a Torre del Greco è nata quasi per caso, quando le navi che tornavano vuote dalle coste del Nord Africa, usavano grandi quantità di conchiglie come zavorra, per appesantire le imbarcazioni e rendere più agevole la traversata.
E’ in questo modo che la popolazione della cittadina del Golfo di Napoli ha iniziato a liberare la propria creatività e le proprie doti artistiche, dedicandosi all’arte dell’incisione.

Programma

Giovedì 25 Maggio ore 12.00, Inaugurazione mostra fotografica palazzo Genovese, con l’intervento di importanti esponenti del settore orafo nazionale, campano ed autorità.

Cooking Show a cura di Palazzo Celentano e Archafè.

Venerdì 26 Maggio ore 10.30, Dimostrazione delle tecniche di lavorazione del corallo e del cammeo, a cura degli allievi dell’Istituto d’Arte Francesco Degni di Torre del Greco.

Sabato 27 Maggio ore 10.30, Esibizione musicale a cura degli allievi del Liceo Musicale Alberto Galizia di Nocera Inferiore.

La mostra, attraverso l’esposizione di 20 immagini, propone un percorso di narrazione visiva che pone a confronto l’iconografia storico artistica riferita al corallo con le interpretazioni delle manifatture orafe contemporanee e le applicazioni di codesto materiale nell’ambito dell’haute couture.

Mostra Itinerante nelle Gioiellerie Aderenti

La settimana del corallo e del cammeo vuole essere un invito alla riflessione sul valore dell’artigianato campano conosciuto in tutto il mondo nonché un’occasione per la divulgazione di un tesoro culturale inserito a buon diritto nel Made in Italy. L’iniziativa, che mira a sostenere la candidatura della lavorazione del corallo e del Cammeo di Torre del Greco a patrimonio immateriale dell’umanità, si impreziosisce di una mostra itinerante dal titolo “I Capolavori del Corallo e del Cammeo” che si sviluppa attraverso i negozi aderenti dove saranno esposte opere uniche. Per l’occasione ogni gioielleria esporrà gioielli, rigorosamente in corallo e cammeo, acquistabili. Ecco l’elenco:

GIOIELLERIA ALEXANDER – BATTIPAGLIA
GIOIELLERIA ANNA G – VIETRI SUL MARE
GIOIELLERIA CICALESE 1898 – NOCERA SUPERIORE
GIOIELLERIA SALVATORE CONFORTI – SALERNO
ESPOSITO GIOIELLI – BATTIPAGLIA
GIOIELLERIA ANGELO FUSCO – AMALFI
GIOIELLERIA GENOVESE – SALERNO
GIOIELLERIA GEODE – SAN MARZANO SUL SARNO
GIOIELLERIA IL GIOIELLO – SALA CONSILINA
GIOIELLERIA IL GIOIELLO – ATENA LUCANA
GIOIELLERIA JULIANO – SALERNO
GIOIELLERIA MALET – PAGANI
GIOIELLERIA MANZO – BELLIZZI
GIOIELLERIA NOSCHESE – SALERNO
GIOIELLERIA SCINTILLE – CAVA DE TIRRENI

Conferenza stampa. Settimana del Corallo e del Cammeo

Settimana del corallo e del cammeo Conferenza stampa

Posted by Federpreziosi Salerno on Thursday, May 18, 2017